Attualità

Bonus sociale su bollette di luce e gas: a chi è rivolto?

Bonus sociale: sconto automatico per bollette di luce e gas. A chi è rivolto e a quanto ammonta? Di seguito, tutte le informazioni utili sulla misura.

Bonus sociale: in arrivo nuove agevolazioni dall’1 luglio 2021 per le famiglie aventi diritto, riguardo a delle agevolazioni su bollette di acqua, luce e gas. A chi saranno rivolte e a quanto ammonteranno? Di seguito, tutte le informazioni utili su questa misura rivolta alle famiglie.

Bonus sociale: a chi è rivolto?

La fascia interessata riguarda le seguenti categorie:

  • tutte le famiglie che hanno un Isee annuo non superiore a 8.265 euro;
  • tutte quelle famiglie che hanno più di 4 figli a carico e un Isee che non supera di 20 mila euro.

Inoltre, un’altra categoria che rientra tra i beneficiari di questo sconto su bollette di luce e gas è sicuramente quella porzione di famiglie con casi di gravi malattie. Nello specifico, in tutti quei casi in cui si è costretti a ricorrere all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento della vita.

Da quando sarà possibile usufruire del bonus? In realtà, questa misura doveva già esser attiva dal 1 gennaio 2021, ma poi è stata rinviata in seguito a delle problematiche legate alla privacy. Anche per chi percepisce il reddito di cittadinanza sarà valido anche se il reddito supera le 8.265 euro per le bollette di luce e gas, mentre per lo sconto sull’acqua l’Isee deve essere inferiore a questa cifra.

Bonus sociale: a quanto ammonta?

Il valore del bonus dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente di pari passo con l’Isee . Infatti pe una famiglia di 1-2 persone sarà di 128 euro, per 3-4 componenti 151 euro e oltre a 4 componenti invece 177 euro in totale.

L’importo verrà detratto direttamente sulla bolletta elettrica , ma non solo in una volta ma suddiviso nelle bollette dei 12 mesi successivi all’erogazione dell’agevolazione. Per richiederlo sarà necessario compilare una Dichiarazione Sostitutiva Unica in quanto il procedimento sarà automatico per chi lo aveva già richiesto l’1 gennaio.


Bonus Inps 1600 euro, via al pagamento automatico: come funziona