Scuola

Concorso STEM: non si valuteranno i titoli e non si potrà ripetere la prova

concorso stem
Concorso STEM: no alla valutazione dei titoli e alla ripetizione della prova. Di seguito tutte le novità.

Concorso STEM 2021: importanti novità. Tuttavia, si è appreso che durante la formulazione delle graduatorie i titoli non verrano calcolati ed i candidati che non superano la prova non potranno ripeterla, ad eccezione delle classi di materie matematico-scientifico.

Concorso STEM

Il concorso STEM riguarda le seguenti classi concorsuali:

  • n°282 posti per Fisica;
  • n°1005 per Matematica;
  • n°815 per Matematica e Fisica;
  • n°3124 per Matematica e Scienze;
  • n°913 Scienze e Tecnologie informatiche.

Inoltre, è reso noto che possono partecipare a tale concorso solamente chi ha inoltrato la domanda entro il 31 luglio 2020. La procedura concorsuale, infatti, non comporterà la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione e saranno previste delle modifiche riguardanti le prove e la formulazione delle graduatorie di merito.

Prove d’esame

Il concorso, come già riferito, si articolerà in poche prove.

  • Prova scritta: comprenderà 50 quesiti dalla durata di 100 minuti. Inoltre, la prova si ritiene superata con un minimo punteggio di 70;
  • Prova orale: avrà una durata anch’essa di 100 minuti e si ritiene superata con un minimo di 70;
  • Riformulazione graduatoria di merito: verranno formulate sulla base dei punteggi conseguiti dai candidati nella prova scritta e nella prova orale. Non è dunque prevista la valutazione dei titoli, diversamente da quanto accadrà per le procedure ordinarie. 

Le graduatorie saranno pubblicate entro il 31 luglio 2021. 

Concorsi ordinari: le novità

È polemica sui concorsi scuola ordinari, poiché secondo quanto prevede il Decreto Sostegni Bis, i candidati che non superano le prove non possono presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove.

Ma, ciò non sarà valido per le materie matematico-scientifico (STEM). Infatti, chi non dovesse superarlo, potrà partecipare ai successivi concorsi anche per le stesse classi di concorso. Tuttavia, i candidati che partecipano a tale procedura conservano comunque il diritto di concorrere secondo le regole ordinarie alle procedure per cui hanno fatto domanda.

Concorso STEM, raddoppiano i posti: la nuova ripartizione

 

Rimani aggiornato