Attualità

Vaccini Covid, verso prenotazione libera per tutti: quando è prevista

Vaccino Covid
Trapela un'importanze novità legata alla campagna vaccinale in Italia: presto la prenotazione dovrebbe essere aperta a tutti i cittadini.

Già da giugno apertura della prenotazione vaccinale per tutte le categorie. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, i vertici punterebbero a questo con l’obiettivo di accelerare la campagna di vaccinazione in tutta Italia. La circolare sarebbe già pronta ma non ancora comunicata alle Regioni. L’allargamento alle categorie non fragili sarebbe possibile grazie all’arrivo di 28 milioni di dosi in più nei prossimi mesi.

La data emersa per l’arrivo del documento ufficiale e, di conseguenza, per lo stop alle restrizioni legate alle fasce d’età è quella del 10 giugno. Tuttavia, entro le due settimane che intercorrono bisognerà fare in modo di coprire la vaccinazione per i più fragili.

In effetti, nelle scorse ore il Generale Francesco Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, ha dichiarato a “Di Martedì”, su La7, che la campagna vaccinale in Italia procede a pieno ritmo, avendo già coperto oltre il 90% della categoria over 80, l’80% della categoria over 70 e il 65% di quella over 60.

Queste categorie rientrano fra i più fragili, ed è necessario prima completare queste e poi passare a tutti gli altri. Il generale Figliuolo ha specificato che le Regioni dovranno procedere compatte nell’avanzamento delle vaccinazioni, anche se alcuni stanno già da ora aprendo alle fasce d’età più giovani. Già l’Alto Agide da oggi prenota chi ha più di 18 anni, perché ormai più della metà dei residenti compresi tra i 40 e i 49 anni d’età hanno ricevuto la prima dose.

28 milioni di dosi in più

La speranza del Commissario straordinario di completare la vaccinazione di massa entro settembre è supportata dal fatto che per la fine di giugno i vaccini a disposizione saranno oltre 28 milioni. Sempre secondo quanto riportato dal Corriere, a breve arriveranno 8,5 milioni di dosi e ulteriori 20 milioni sono previste per il prossimo mese.

Rimani aggiornato