News

Vaccini anche nelle scuole: ecco il piano dopo gli over65

Le vaccinazioni procedono e si pensa di poter iniziare con le vaccinazioni di massa e aziendali già per la fine di maggio. Si penserà in seguito anche alla vaccinazione nelle scuole.

Completati gli over 65 si dovrebbe passare, già per fine maggio, alla vaccinazione di massa e quella nelle aziende. L’obiettivo sarà possibile se le dosi previste, arriveranno per tempo dice il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo. Si attendono oltre due milioni e 100mila dosi di Pfizer tra il 5 e il 7 maggio.

Piano vaccinazione per le scuole

Maggio sarà un mese di transizione in vista dell’estate, durante la quale si lavorerà al piano di immunizzazione degli studenti, così come si fece negli anni Settanta contro il vaiolo, dice il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo.

Il numero di morti più basso dopo 7 mesi

I dati parlano chiaramente: i decessi diminuiscono e nella giornata di ieri si è registrato il numero più basso di vittime degli ultimi 7 mesi, 144 le vittime a livello nazionale. L’ultimo dato simile era stato registrato il 26 ottobre 2020, con 141 morti. In Italia, in due giorni, si sono inoculate oltre 500mila dosi quotidiane.

L’importante è anche “concentrarsi nel mantenere la quota dell’utilizzo del 90% di dosi a disposizione”, spiega il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Il valore della media delle somministrazioni – riflette in un’analisi, il matematico Giovanni Sebastiani – comunque al momento è di 395mila dosi: questo significa che “per raggiungere l’obiettivo di almeno 15 milioni di dosi nel mese di maggio è necessario accelerare ancora”.

I contagiati dopo il primo maggio

Le tabelle dei contagi, a seguito delle festività, cambiano e il numero dei contagiati aumenta. sono 9.148 i malati in un giorno, ma il tasso sale dal 3,4% al 5,8%. Gli attualmente positivi sono invece 430.906, il numero totale dei guariti è invece quasi a tre milioni e mezzo. grazie a queste cifre, non troppo allarmanti, parte dell’Italia è già in zona gialla, con sola eccezione di Valle d’Aosta in rossa e Sardegna, Sicilia, Puglia, Calabria e Basilicata in arancione.


Covid Sicilia, si avvicina la zona gialla: curva in calo e vaccini in aumento

Rimani aggiornato