Attualità

Coronavirus Sicilia, zone rosse: a rischio un altro Comune

sicilia zone rosse
Coronavirus Sicilia, le zone rosse nell'Isola potrebbero presto aumentare. L'aumento dei positivi in un piccolo Comune potrebbe far scattare il lockdown.

Le zone rosse in Sicilia potrebbero presto salire a 36. Cassaro, nel Siracusano, potrebbe aggiungersi ai Comuni in “lockdown”, malgrado finora non siano mai stati registrati casi nella cittadina di circa 750 abitanti. Con le recenti ordinanze, infatti, il governatore Nello Musumeci ha adottato i provvedimenti di contenimento più severi per il Comune di Palermo e per altri sei Comuni siciliani, ma erano già oltre 20 le città e i piccoli paesi in cui è stata istituita o prorogata la zona rossa negli ultimi giorni.

Per quanto riguarda il caso di Cassaro, dai test rapidi eseguiti sulla cittadinanza sono emersi due cittadini positivi. Si attende ora l’ufficialità del tampone molecolare, che, confermata, farebbe scattare la zona rossa nel paese.

Le regole attuali stabiliscono infatti che, quando si verifica una incidenza di contagi, su base settimanale, di 250 casi ogni 100.000 abitanti, scatta la zona rossa. Due soli positivi, quindi, basterebbero  nel caso del Comune montano del Siracusano a superare la soglia limite e a far scattare la zona rossa.

In quel caso, come precisato dal Comune stesso, l’ASP invia una nota recante tale circostanza al Sindaco, che deve comunicarla alla Presidenza della Regione Siciliana che emetterà, a sua volta, un’ordinanza specifica. Cassaro finora è stato l’unico comune della provincia aretusa dove non si erano verificati contagi.


Coronavirus Sicilia, 35 zone rosse: ecco quali sono

Rimani aggiornato