Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Mibac, 80 posti per lavorare in biblioteca: il bando

concorso mibac biblioteche
Credits: Unsplash.
Concorso Mibac: selezione per laureati con incarichi di collaborazione nelle biblioteche del MIC. Ecco tutte le informazioni per inviare la candidatura.

Concorso Mibac con 80 posti per laureati disponibile. L’avviso di selezione è stato pubblicato sul sito del Ministero della Cultura e prevede incarichi nelle biblioteche pubbliche statali con contratto di collaborazione per 6 mesi, oppure entro e non oltre il 31 dicembre 2021.

I posti offerti per il concorso Mibac vedono, nel dettaglio: 31 posti per esperto amministrativo-contabile e 49 posti per il profilo di catalogatore. Si può presentare domanda solo per uno dei due profili, scegliendo una sola sede per la quale concorrere.


Concorso Mibac: il testo del bando


Quali sono i requisiti generali e specifici

Per poter partecipare alla selezione del concorso beni culturali, ci sono diversi requisiti. Di seguito quelli generali:

  • cittadinanza italiana, o di uno Stato membro dell’Unione europea. Possono partecipare anche cittadini di paesi terzi ma in possesso del permesso di soggiorno e di un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • godimento dei diritti politici e civili, incluso l’elettorato politico attivo;
  • non essere stati licenziati, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non avere riportato (o non aver in pendenza) condanne penali tali da inficiare l’assunzione presso una pubblica amministrazione.

Invece, i requisiti specifici cambiano in base al tipo di profilo per cui ci si vuole candidare. Nel dettaglio:

  • per il profilo amministrativo-contabile, i candidati devono avere una laurea in discipline economiche o giuridiche, ed equipollenti. Inoltre, altri requisiti sono l’iscrizione all’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, degli avvocati oppure al registro dei revisori contabili.
  • Per il profilo di catalogatore è necessaria una laurea in lettere (indirizzo storico-artistico), in lingue e culture moderne o in beni culturali, ed equipollenti; conoscenza del software di catalogazione SBN.

Per entrambi i profili sono necessari almeno 8 anni di esperienza, di cui 4 maturati nelle mansioni proprie del profilo.

Come presentare la domanda

La domanda di partecipazione al concorso Mibac si può inviare fino alle ore 12 dell’11 aprile 2021, seguendo il modello disponibile sul sito del Ministero della Cultura e tutte le procedure correlate al bando, presenti sul sito web. Inoltre, la domanda sarà inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dg-bda.collaborazioni@mailcert.beniculturali.it.

Inoltre, bisogna allegare il proprio curriculum vitae in formato europeo. A questo si aggiunge una lettera motivazionale contenente: una sintetica presentazione personale, elenco dei titoli di studi e l’indicazione delle esperienze professionali inerenti al profilo per il quale si concorre; copia del documento di identità.

Ciascun profilo sarà selezionato in base alla valutazione dei titoli e alle esperienze professionali; saranno poi pubblicate due graduatorie distinte. Le risorse saranno selezionate in base alla valutazione dei titoli e alle esperienze professionali inerenti al profilo per il quale concorrono.


Concorsi pubblici 2021 ripartono con nuove regole: cosa prevede il Decreto

Rimani aggiornato