Attualità

Italia rossa e arancione fino al 30 aprile: la bozza del nuovo Dpcm

lockdown
Italia zona rossa e arancione fino al 30 aprile: la bozza del nuovo Dpcm stabilisce le nuove misure che, da subito dopo Pasqua, stabiliranno le regole nel nostro Paese.

Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, quindi anche dopo Pasqua? Sembra proprio di sì. A stabilirlo sarebbe il nuovo Dpcm, che sarà firmato dal presidente del Consiglio Draghi e che regolerà le prossime settimane, dopo le festività pasquali. Al momento, ciò che si sa è legato a una bozza, oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri.

Italia rossa e arancione fino al 30 aprile: cosa prevede la bozza

La bozza del nuovo Dpcm contiene le nuove misure per contenere i contagi di Covid e la diffusione delle varianti. Dopo la Pasqua in zona rossa restano quindi divieti e regole stringenti nel Paese, ma stando alla bozza è prevista anche una deroga in base ai dati sui contagi e i vaccini.

Al bando le zone gialle: “Nelle regioni e Province autonome di Trento e Bolzano i cui territori si collocano in zona gialla si applicano le misure stabilite per la zona arancione”, stabilisce, come da attese, la bozza del dl. Nel testo c’è la ‘concessione’ chiesta da Fi e Lega, ovvero viene prevista la possibilità di un allentamento delle misure se contagi e avanzamento della campagna vaccinale lo consentiranno.

“In ragione dell’andamento dell’epidemia, nonché dello stato di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini di cui all’articolo 1, comma 457, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, con particolare riferimento alle persone anziane e alle persone fragili si legge nel testo – con deliberazione del Consiglio dei ministri, sono possibili determinazioni in deroga al primo periodo e possono essere modificate le misure stabilite dal provvedimento di cui al comma 1 nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 1, comma 2, del decreto-legge n. 19 del 2020″.

Rimani aggiornato

Università di Catania