News

“Nessuna zona gialla anche dopo Pasqua”: Governo discute sui divieti

nuovo Dpcm
A poco meno di 2 settimane dalla scadenza del Dpcm e del Decreto-Legge che regolano le chiusure e gli spostamenti, c’è chi auspica un ritorno in zona gialla per le regioni a basso contagio. Il Governo starebbe, tuttavia, pensando ad altro.

È previsto per oggi un nuovo vertice Stato-Regioni: tra le proposte da discutere, c’è quella di mantenere aperti gli hub vaccinali 12 ore al giorno in modo da raggiungere gli obiettivi del piano vaccinale Figliuolo.Tra i temi scottanti c’è anche la scuola. Si pensa a far tornare in classe tutti i bambini fino alla prima media anche nelle zone rosse a partire dal 7 aprile.

Nel frattempo, il prossimo 6 aprile scadranno le misure attualmente in vigore che di fatto escludono l’istituzione di zone gialle. Il Governo mediterebbe di prorogare le disposizioni almeno fino all’11 aprile, mantenendo in tutta Italia solo zone rosse e arancioni per evitare la crescita dei contagi.

I dati continuano a preoccupare e sembra dunque allontanarsi sempre di più l’ipotesi di un ritorno alle zone gialle. Le nuove disposizioni arriveranno con molte probabilità all’inizio della prossima settimana e Mario Draghi, insieme al Ministro Speranza e all’appoggio del Cts, sembra propenso ad escludere un allentamento delle restrizioni.

Quanto alla riapertura di cinema e teatri, prevista per il 27 marzo, probabilmente verrà rinviata a data da destinarsi.

Mentre Lazio, Toscana e Veneto sperano in un passaggio alla zona arancione a partire da lunedì prossimo, quasi sicuramente sette Regioni e una Provincia resteranno in rosso almeno fino a lunedì 12 aprile: Valle d’Aosta (a partire da lunedì), Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Emilia-Romagna, Provincia di Trento, Marche, Piemonte e Puglia.