Catania

Catania, stadio Massimino nelle mani di privati: la decisione del Comune

Stadio Calcio Catania
La gestione dello Stadio Massimino di Cibali sarà affidata, dal Comune di Catania, a privati tramite opportuna convenzione. L'obiettivo è duplice: rendere la struttura maggiormente funzionale e moderna e alleviare, al contempo, le spese comunali.

Il Comune di Catania affida alla gestione di privati lo Stadio Angelo Massimino di Cibali. Su proposta di Sergio Parisi, assessore allo Sport, la giunta comunale, presieduta da Salvo Pogliese, ha deliberato che la gestione dello stadio verrà affidata, tramite una convenzione, al concessionario che si aggiudicherà il bando.

L’obiettivo è quello di rendere maggiormente funzionale, nonché modernizzare il Massimino, ottenendo, al contempo, notevoli risparmi per il Comune.

Una novità molto attesa per Catania che ci allinea al resto d’Italia e in poche settimane sfocerà con l’esame definitivo del consiglio comunale di una procedura che sarà snella e che terrà conto conto dei risparmi per il Comune – ha commentato il sindaco – e della potenziale remunerazione per il concessionario privato che può garantire la necessaria gestione ottimale in termini di elasticità della gestione delle risorse, che il soggetto pubblico non può esercitare”.

Consapevoli che lo stadio necessita di una serie di interventi di manutenzione straordinaria e di adeguamento, a cui il Comune può dare seguito soltanto in forma parziale e limitata, la Direzione comunale allo Sport diretta da Fabio Finocchiaro in tempi brevi appronterà la documentazione a corredo necessaria per l’esame del consiglio comunale.

Inoltre, nell’ambito di una collaborazione pubblico-privati, la giunta Pogliese ha anche deliberato un atto di indirizzo politico per concretizzare agevolazioni in merito al pagamento dell’imposta di pubblicità/canone patrimoniale da parte di associazioni, società sportive e concessionari in genere che utilizzano gli impianti sportivi comunali.