News

Capodanno 2021, cenoni e spostamenti: le regole da rispettare

Il Capodanno 2021 si avvicina e in molti si chiedono cosa si può fare e cosa no in occasione dell'ultima notte dell'anno: ecco le risposte.

Capodanno 2021: il momento è vicino, l’ultima notte del 2020 è ormai prossima e il mondo intero è pronto a salutare un anno che si è rivelato decisamente particolare. La pandemia ha fatto sentire, probabilmente per la prima volta in assoluto, tutte le persone al mondo un po’ più vicine alle altre, consapevoli di stare tutti vivendo una situazione di difficoltà. Fino ad oggi, in molti passeranno il Capodanno 2021 in quarantena o in ogni caso, dovranno rispettare il confinamento nazionale.

Gli italiani saranno tra questi: con il decreto Natale, è infatti stato stabilito che nei giorni festivi e prefestivi, l’Italia intera si ritroverà in una condizione che ormai sembra normale per il 2020, vale a dire la zona rossa. Chiaramente, questa decisione comporta delle restrizioni legate ai veri e propri giorni di festa, come è stato nel caso del Natale e come accadrà per l’ormai prossimo arrivo del nuovo anno.

Tuttavia, tra feste e regole che cambiano di giorno in giorno può nascere un po’ di confusione. Ecco quindi cosa si può fare e cosa no in occasione del Capodanno 2021.

Capodanno 2021: spostamenti

Primo grande capitolo sulle regole previste per il Capodanno 2021 sono le restrizioni sugli spostamenti. In questo caso, per capire quali regole bisogna seguire, è necessario tenere a mente che il 31 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 l’Italia intera sarà in zona rossa.

Questo significa che gli spostamenti saranno e dovranno essere estremamente limitati. Non si potrà lasciare la Regione, né il comune di appartenenza se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Le uniche eccezioni al caso, e sempre nel rispetto degli orari di coprifuoco, saranno concesse per:

  • visita a parenti e amici, da effettuare una sola volta al giorno, per sole due persone più eventuali minori di 14 anni o persone non autosufficienti e in ogni caso muniti di autocertificazione;
  • fornire assistenza a persone non autosufficienti, ma soltanto un adulto per volta, includendo eventuali minori di 14 anni e muniti di autocertificazione;
  • rientrare nella propria residenza, domicilio o abitazione.

Nei giorni del 31 dicembre e 1° gennaio, non sarà invece consentito recarsi nelle seconde case che si trovano nel territorio di un comune o una regione differente da quella di appartenenza.

Capodanno 2021: feste e cenoni

Nel corso dell’ultimo giorno dell’anno e del primo del 2021, i ristoranti saranno chiusi, e non sarà quindi possibile partecipare a pranzi o cenoni in locali. Anche negli hotel, il veglione di Capodanno e la classica festa alla quale partecipano gli ospiti della struttura non saranno permessi. Si potrà trascorrere la serata in camera e lo stesso servizio di ristorazione avverrà con servizio in camera, dalle ore 18:00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7:oo del 1° gennaio 2021. Le stesse crociere sono state sospese fino al 6 gennaio 2021, quindi non sarà possibile prendervi parte.

Per quanto riguarda le feste private, non sarà possibile organizzarle e gli ospiti consentiti saranno solo due con figli minori di 14 anni, ma sempre nel rispetto degli orari stabiliti dal coprifuoco, che nel caso del Capodanno saranno dalle 22:00 del 31 dicembre 2020 alle 7:00 del 1° gennaio 2021.

Altre regole

Tra le altre regole che saranno attive per Capodanno, solo i negozi che vendono generali alimentari saranno aperti, mentre tutte le altre attività saranno chiuse. Sono comprese tra le attività chiuse anche quelle legate alla ristorazione, gelaterie e pasticcerie.

Tra le attività aperte ci saranno i parrucchieri e i barbieri, le edicole e le lavanderie, farmacie e parafarmacie. Inoltre, sarà possibile andare a messa, rispettando gli orari del coprifuoco. Infine, in alcune città sono vietati i botti di Capodanno, ma in ogni caso, non sarà possibile uscire di casa allo scoccare della mezzanotte per guardarli o prepararli.