Altro

Messa Natale 2020: gli orari e le regole da rispettare

messa natale 2020
Messa Natale 2020 si farà. Ecco gli orari della celebrazione della vigilia e le regole da rispettare per raggiungere la parrocchia nei giorni in "zona rossa".

È stato uno degli argomenti più discussi da governo, opposizione e CEI, ma alla fine tutto si farà senza troppi intoppi. La Messa Natale 2020 viene confermata, nel rispetto delle regole del DPCM del 18 dicembre e con orari variati rispetto al solito, così da rientrare nel coprifuoco.

Anche nei giorni in zona rossa (tutti a eccezione di 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio) sarà possibile uscire di casa per andare in chiesa. La Messa Natale 2020 rientra, infatti, tra gli spostamenti consentiti dall’ultimo DPCM. Tuttavia, i fedeli dovranno recarsi in parrocchia portando con sé l’autocertificazione, almeno durante i giorni in cui è vietato spostarsi all’interno del proprio comune. Il Ministero dell’Interno ha già pubblicato da tempo il modello scaricabile, disponibile anche qui.

Messa Natale 2020: gli orari

Come anticipato, quest’anno non sarà possibile celebrare la consueta veglia della mezzanotte di Natale. Malgrado le proteste iniziali da alcuni membri dell’opposizione, lo stesso Papa Francesco ha accolto di buon grado la possibilità di anticipare la messa del 24 dicembre.

La celebrazione in Piazza San Pietro inizierà alle 19:30 e allo stesso orario cominceranno anche le veglie nella maggior parte delle chiese. In questo modo, sarà possibile rispettare il coprifuoco delle 22. La Santa Sede, inoltre, stante la necessità di rispettare il numero di ingressi massimi consentiti nelle parrocchie, consentirà di aumentare la frequenza delle messe fino a 4 volte al giorno per Natale, Capodanno ed Epifania.

Messa 24 dicembre: le altre raccomandazioni

Le norme da rispettare all’interno della Chiesa rimangono le solite: ingressi ridotti, distanziamento sociale, utilizzo della mascherina e frequente igienizzazione delle mani. Inoltre, la CEI ricorda che nei giorni in zona rossa i fedeli dovranno raggiungere la parrocchia più vicina a casa.

Per i giorni in zona arancione, invece, “potranno raggiungere qualsiasi luogo sacro nel Comune di residenza, domicilio o abitazione“, si legge nella guida diramata dalla Comunità episcopale italiana. Si applica anche in questi casi, infine, la deroga per i piccoli Comuni, con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti. In questi casi, sarà possibile andare a messa entro un raggio di 30 km dal proprio Comune ad esclusione del capoluogo.


Decreto Natale 2020: le regole per le feste giorno per giorno