News

A Natale si può uscire dal proprio Comune: ecco in quali casi

spostamenti tra Comuni Natale
Spostamenti tra comuni: il Decreto Natale emanato nei giorni scorsi ha imposto ferree limitazioni agli spostamenti anche tra Comuni. Ecco i chiarimenti.

Spostamenti tra Comuni: manca poco alla limitazione, che impedirà ai cittadini di spostarsi da un Comune all’altro. Ma cosa è effettivamente vietato e cosa no? Il Natale 2020 e festività annesse sarà un Natale profondamente differente, all’insegna di nuovi Decreti che imporranno ferree limitazioni sugli spostamenti proprio sotto le festività natalizie.

Gli spostamenti per raggiungere amici e parenti residenti anche nel medesimo Comune, nei prossimi giorni, sono sicuramente oggetto di numerose discussioni e anche molti dubbi, dal momento che sono regolati da un intreccio di norme diverse e tengono conto anche della divisione del territorio nazionale in diverse fasce di rischio.

Spostamenti tra Comuni

Escludendo le comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità che permettono sempre, anche nei giorni “rossi”, di spostarsi liberamente per tutta la Penisola, le norme di contenimento del Covid permettono di:

  • Uscire liberamente dal proprio Comune dal 20 al 23 dicembre nelle regioni in fascia di rischio “gialla”, ossia attualmente tutte le regioni italiane escluse Campania e Abruzzo;
  • Dal 24 dicembre al 6 gennaio sarà sempre possibile uscire dal proprio comune se si è, al massimo, in due – esclusi figli minori di 14 anni, persone disabili o non autosufficienti – e ci si sta recando entro un’abitazione privata all’interno della propria Regione. Questo tipo di spostamento sarà consentito soltanto una volta al giorno. Ci si potrà spostare con opportuna autocertificazione e nel rispetto del coprifuoco vigente dalle 22:00 alle 05:00 del mattino, eccezion fatta per Capodanno che invece vedrà un coprifuoco dilatato dalle 22:00 alle 07:00;
  • Il 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio sono consentiti anche gli spostamenti in più di due fuori dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, percorrendo una distanza non superiore a 30 chilometri e senza recarsi nel capoluogo di provincia;
  • Gli spostamenti tra Comuni non rispettosi di simili limitazioni sono vietati il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, e nei giorni 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio.

Circolazione all’interno del proprio Comune

Per quanto riguarda, invece, la libera circolazione all’interno del proprio comune durante le festività natalizie, i recenti decreti stabiliscono che:

  • È possibile circolare liberamente nel proprio comune dal 20 al 23 dicembre;
  • Dal 24 dicembre al 6 gennaio, si può sempre circolare liberamente nel proprio Comune se si è al massimo due – figli minori under 14 e non autosufficienti esclusi – e ci si sta recando presso un’abitazione privata all’interno della propria Regione una volta al giorno, con l’autocertificazione e rispettando il coprifuoco;
  • Il 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio si può circolare nel proprio Comune indipendentemente dal numero di persone rispettando il coprifuoco.

Speciale Test Ammissione