Attualità

Autocertificazione Natale 2020: il modulo per spostarsi

autocertificazione natale 2020
Autocertificazione Natale 2020: quando usarla? L'uso del modulo varierà a seconda che ci si sposti nei giorni di zona rossa o in quelli arancioni.

Il nuovo decreto in vigore per le feste ha causato non poco sgomento tra i cittadini, confusi da alcune norme e, soprattutto, incerti sulla compilazione dell’autocertificazione Natale 2020. A partire dal prossimo 24 dicembre, infatti, bisognerà munirsi nuovamente del modulo di autodichiarazione per potersi allontanare da proprio domicilio. Il modulo, comunque, dovrà essere portato con sé a seconda che si debba effettuare uno spostamento nei giorni rossi o arancioni. Vediamo nel dettaglio, quindi, cosa bisogna scrivere e quando è necessario avere con sé l’autocertificazione Natale 2020.

Autocertificazione Natale 2020 Pdf

Il modulo di autocertificazione non cambia rispetto a quello già presente sul sito del ministero e in uso dagli scorsi mesi.


Qui è possibile scaricare il modulo di autocertificazione.


Disposizioni valide per la zona rossa

Come già accennato, l’uso dell’autocertificazione Natale 2020 varierà a seconda che lo spostamento si verifichi nei giorni di zona rossa o arancione. I giorni cosiddetti rossi, innanzitutto, saranno il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre e 1, 2, 3, 5, 6 gennaio. In queste giornate sarà impossibile lasciare la propria abitazione, se non per motivi di salute, lavoro e altri motivi da specificare.

Cosa scrivere, dunque, all’interno dell’autocertificazione?

Occorrerà, in primis, inserire i dati anagrafici, indirizzo di partenza e di arrivo. Vediamo nello specifico tutti i punti da compilare:

  • nome e cognome;
  • luogo e data di nascita;
  • indirizzo di residenza;
  • indirizzo di domicilio;
  • documento di riconoscimento (carta d’identità, patente);
  • numero di cellulare;
  • indirizzo di partenza dello spostamento;
  • indirizzo di arrivo.

Si arriverà poi al punto cruciale, quello, vale a dire, relativo ai motivi dello spostamento. Oltre a motivi di salute e di lavoro, sarà consentito addurre altre ragioni di urgenza. Ma quali sono? Tra i motivi dell’urgenza rientrano anche la spesa, le attività fisiche, le quali, però, dovranno essere espletate nell’immediata vicinanza della propria abitazione, le celebrazioni religiose (anche in questo caso, la chiesa da raggiungere deve essere la più vicina) e le visite ai parenti e agli amici.

In quest’ultimo caso, per una questione di privacy non sarà necessario riportare sull’autocertificazione Natale 2020 il nome del parente o dell’amico a cui si va a far visita. Bisognerà, tuttavia, inserire l’indirizzo di arrivo.

Disposizioni relative alla zona arancione

Per quanto riguarda la zona arancione, che ricadrà nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, servirà portare con sé l’autocertificazione Natale 2020 solo nel caso in cui ci si sposti dal proprio comune a un altro. Anche in questo caso ci si potrà spostare per comprovate esigenze di salute e di lavoro, mentre la novità riguarda gli abitanti dei comuni al di sotto dei 5mila abitanti. Questi ultimi potranno allontanarsi dal proprio comune, ma non oltre di 30 chilometri, e non potranno raggiungere i capoluoghi di provincia.

Come per la zona rossa, anche in questi giorni tra gli altri motivi d’urgenza validi restano le visite a parenti e amici e la partecipazione a celebrazioni religiose.