Cronaca

Realizzavano prodotti falsi della Thun: denunciate madre e figlia

Due donne, madre e figlia, avevano realizzato una vera e propria fabbrica di prodotti falsi, che vendevano spacciandoli per quelli della Thun, la nota azienda di ceramica di Bolzano.

Realizzavano prodotti in ceramica identici in tutto e per tutto a quelli della Thun, azienda bolzanese famosa per i suoi oggetti di collezione e decoro per gli interni. I Carabinieri di Belpasso hanno denunciato per contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni, e ricettazione due donne. Queste, madre e figlia, rispettivamente 56 e 24 anni, avevano avviato una vera e propria azienda artigianale del falso a conduzione familiare.

Nella piccola fabbrica di Belpasso sono stati ritrovati anche due fogli di carta con la lista dei prodotti che la coppia si preparava a spedire in negozi di diverse regioni italiane e il loro costo. L’emporio sequestrato comprendeva anche i bigliettini realizzati dalla Thun, identici in logo e stile. Tra le altre cose, ritrovati anche: 232 stampi in silicone per la produzione di prodotti identici ai prodotti originali, 204 prodotti, ancora grezzi, equivalenti ai quelli dell’azienda, 508 prodotti uguali agli originali, un contenitore di gomma siliconata per la realizzazione di stampi, materiale per realizzare e decorare i prodotti e un tablet e uno smartphone utilizzati dalle donne per la commercializzazione

I prodotti sono stati sottoposti a ulteriore perizia dagli esperti della Thun, che hanno confermato la contraffazione del loro marchio. “Gli articoli sequestrati – dichiara l’azienda di Bolzano – riproducono gli stessi soggetti, nonché le stesse soluzioni artistiche, stilistiche, gli stessi richiami simbolici e concettuali univocamente riconducibili alla Thun e protetti dai depositi e dalle corrispondenti registrazioni per modello industriale nazionale, comunitario e internazionale”. 

Speciale Test Ammissione