Bronte e Randazzo

Covid, a Bronte scuole chiuse per una settimana: tamponi a tappeto sugli studenti

scuole chiuse in provincia di catania
Coronavirus, a Bronte il primo cittadino decide di procedere a una sanificazione straordinaria di tutti gli istituti. Stabile, tuttavia, il numero di contagiati.

Niente lezioni in classe a Bronte la settimana prossima. Il sindaco Pino Firrarello, insieme con i dirigenti scolastici, ha deciso di far effettuare una sanificazione in tutti gli istituti scolastici delle scuole medie, elementari e materne.

I sindaci non possono chiudere le scuole causa Covid, ma possono, come in questo caso, intervenire se c’è bisogno di effettuare una sanificazione degli ambienti. La motivazione, stando a quanto riferito dal primo cittadino, è che si teme che possano esserci casi positivi tra gli studenti, dopo che l’autista di un bus scolastico è risultato positivo.

A tal fine, dopo la riunione coi dirigenti scolastici, si è deciso di approvare una sanificazione profonda di tutte le aule e gli ambienti di lavoro scolastici e di chiedere all’Asp di effettuare tamponi all’intera popolazione scolastica, così da agire in maniera preventiva e arginare il contagio.

L’operazione partirà lunedì, in occasione della celebrazione dei defunti, e avrà durata di 5 giorni. Tuttavia, non varia il numero di contagiati rispetto a ieri nell’ultimo bollettino. Sono 71, alla data di venerdì 30 ottobre, i casi sul territorio comunale, ma ciononostante il primo cittadino ha chiesto agli uffici di essere pronti a un eventuale aumento dei casi.

“La situazione è in continua evoluzione – ha affermato Firrarello -. Nonostante le belle pagine di civiltà, come l’ottima riuscita del mercato del giovedì, dobbiamo anche prepararci ad una possibile chiusura totale. Ci prepariamo anche alla peggiore ipotesi, dunque, costituendo innanzitutto un team di gestione della crisi di cui faranno parte le associazioni, medici, psicologi, che saranno a disposizione dei nostri concittadini a prescindere dall’eventuale lockdown”.


Coronavirus, 184 casi a Misterbianco e 128 a Paternò: i dati della provincia etnea