Catania

Coronavirus, a Misterbianco 101 casi: la mappa dei contagi nella provincia etnea

Comune di Misterbianco
A Misterbianco superata quota 100 positivi nella giornata di ieri. Gli ultimi aggiornamenti sui casi Covid dai comuni etnei.

I casi di Coronavirus a Catania e provincia sono aumentati ulteriormente nella giornata di ieri, con 188 contagi rilevati nelle ultime 24 ore, a fronte di 730 nuovi positivi conteggiati ieri in Sicilia. Come di consueto, i sindaci dei paesi etnei fanno un riepilogo dei casi nei loro territori. Ecco il report aggiornato a ieri.

Aci Catena

Il sindaco di Aci Catena Nello Olivieri ha informato i cittadini negli ultimi giorni della presenza di 25 contagiati nel territorio comunale, con altre 95 persone in quarantena. Un numero elevato, viste le dimensioni della cittadina, che ha spinto il primo cittadino del paese etneo a dirsi pronto anche a chiudere il paese se la situazione dovesse peggiorare.

Aci Sant’Antonio

Sono 17 i positivi sul territorio comunale di Aci Sant’Antonio, come comunicato dall’ASP al sindaco Santo Caruso. “C’è un nuovo soggetto positivo al Covid-19 sul nostro territorio – scrive il primo cittadino -. L’ASP ha appena dato nuova comunicazione ufficiale, e questo fa salire il conteggio a 17. Il nuovo caso è domiciliato, come altri 13 indicati in questi giorni (6 dei quali, lo ricordo, appartengono a due nuclei familiari), quindi i soggetti ospedalizzati rimangono 3″.

Acireale

Nessun nuovo aggiornamento dalla città di Acireale, dove il numero di positivi è stabile a 42 nuovi casi, con due pazienti ricoverati e 143 in isolamento fiduciario.

Adrano

In data 22 ottobre, i positivi nel territorio comunale di Adrano sono 26 in tutto. Di questi, 18 pazienti si ritrovano in isolamento domiciliare e 8 ricoverati in ospedale, come confermato dal sindaco D’Agate.

Belpasso

Numero di positivi che cresce a Belpasso, con 12 contagi in più nel bollettino dell’ASP arrivato ieri, 23 ottobre. Dal 3 agosto, scrive il sindaco Daniele Motta, sono 98 in totale i casi positivi registrati a Belpasso, 84 i casi attivi, 11 i guariti, 3 i deceduti. Tra i casi attivi sono saliti a 6 gli ospedalizzati.

Biancavilla

Contagi in crescita, invece, nel comune di Biancavilla, dove il sindaco Antonio Bonanno ha pubblicato nella giornata di ieri una nota informativa rivolta ai cittadini. “Sono 25 i concittadini al momento positivi – comunica il primo cittadino -. Ma di altri 5 che si sono già sottoposti a tampone, il primo esito è stato positivo: attendiamo, però, l’ufficialità dall’Asp. Nella giornata di oggi (ieri, ndr) abbiamo approntato ulteriori interventi precentivi”. In vista di possibili aumenti di contagi, infatti, il sindaco ha inoltre sconsigliato di recarsi al cimitero in vista delle celebrazioni dell’1 e 2 novembre, parlando anche di una riduzione del 50% del mercato settimanale attraverso una turnazione delle bancarelle.

Bronte

25 positivi a Bronte nell’ultimo bollettino, pubblicato in data 22 ottobre. Di questi, nessuno, stando a quanto dichirato dal sindaco Pino Firrariello, versa in gravi condizioni.

Giarre

L’ultimo aggiornamento da Angelo D’Anna, sindaco di Giarre, risale al 22 ottobre, quando il totale dei positivi ammontava a 43 cittadini. Gli uffici comunali sono rimasti chiusi nella giornata di ieri per via di una disinfestazione straordinaria e riapriranno lunedì prossimo.

Misterbianco

Positivi in aumento anche nel comune di Misterbianco. Così, infatti, recita l’ultimo comunicato stampa pubblicato dal municipio della città etnea: “I cittadini positivi al tampone rino-faringeo sono attualmente n.101 (centouno), di cui n.15 ricoverati in ospedale e n.86 a domicilio; sono n.239 (duecentotrentanove) i soggetti non positivi posti in stato di isolamento. L’ASP ha fatto sapere che i dati relativi ai soggetti positivi sono estratti dalla banca dati della piattaforma dell’Istituto Superiore della Sanità”.

Paternò

A Paternò, il sindaco Nino Naso comunica la presenza di 80 positivi e 9 ospedalizzati nell’ultimo bollettino, aggiornato alle 12:00 di ieri. Il primo cittadino raccomanda di non farsi prendere dal panico, ma allo stesso tempo invita i concittadini a rispettare le regole.