Lavoro, stage ed opportunità

Esame avvocato 2020: date e programmi di scritti e orale

esame avvocato 2020
Esame avvocato 2020 pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Tutte le info sulle date degli scritti e i contenuti delle prove scritte e delle prove orali.

Pubblicato pochi giorni fa, nella Gazzetta Ufficiale datata 15 settembre, l’atteso bando dell’esame avvocato 2020. Il decreto viene dal Ministero della Giustizia, che ha così indetto le prove ufficiali di ammissione all’esercizio della professione avvocato. Di seguito si enucleano le principali informazioni sulle prove e altre info utili al riguardo.

Esame avvocato 2020: le date degli scritti

L’esame si comporrà di tre prove scritte, che avranno luogo secondo il seguente calendario:

  • 15 dicembre 2020: parere motivato in materia di diritto civile;
  • 16 dicembre 2020: parere motivato in materia regolata dal codice penale;
  • 17 dicembre 2020: atto giudiziario in materia di diritto privato o di diritto penale o di diritto amministrativo.

Le tre prove verranno svolte su temi formulati dal Ministero della Giustizia e anche quest’anno i partecipanti all’esame avvocato 2020 potranno avvalersi dell’utilizzo di codici commentati. Per le prime due prove, l’esame prevede la redazione di un parere motivato da scegliersi tra due questioni regolate rispettivamente in materia di diritto civile e dal codice penale. Per la terza, invece, viene richiesta la redazione di un atto giudiziario che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale, su un quesito proposto a scelta del candidato tra le tre materie previste.

In merito alla prova dell’esame avvocato 2020, il bando fissa la data di inizio alle ore 9 del mattino, mentre la durata prevista per la realizzazione del tema è di 7 ore. Infine, all’interno del bando non sono previste regole per il contenimento dell’emergenza sanitaria Covid-19. Tuttavia, queste verranno individuate in un momento successivo con un decreto ministeriale ad hoc, che regolerà le misure di accesso, permanenza e uscita dai luoghi delle prove.

Le prove orali

Inoltre, il decreto del Ministero della Giustizia pubblicato in GU illustra anche le modalità di svolgimento delle successive prove orali. Quest’ultime consisteranno, in particolare, nella breve discussione di questioni relative a cinque materie, di cui una di diritto processuale, scelte dal candidato tra le seguenti:

  • diritto costituzionale;
  • diritto civile;
  • diritto commerciale;
  • diritto del lavoro;
  • diritto penale;
  • diritto amministrativo;
  • diritto tributario;
  • diritto processuale civile;
  • diritto processuale penale;
  • diritto internazionale privato;
  • diritto ecclesiastico;
  • diritto dell’Unione europea;
  • Prevista inoltre la dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri dell’avvocato.

Si ricorda che sono ammessi alla prova orale dell’esame avvocato 2020 i candidati che abbiano conseguito, nelle tre prove scritte, un punteggio complessivo di almeno 90 punti e un punteggio non inferiore a 30 punti in almeno due prove. Per la consultazione del bando e altre informazioni utili relative alla prova si rimanda al link seguente.


Esame avvocato 2020: pubblicato bando in Gazzetta ufficiale