Attualità

Bonus mobili in arrivo: cos’è e come fare richiesta

bonus mobili 2021
Tra i tanti contributi pensati per far ripartire l'economia e sostenere le famiglie, spicca il bonus mobili 2020: tutte le informazioni utili a riguardo.

Un bonus mobili: è soltanto l’ultimo dei tanti sussidi pensati ed attuati in questo 2020 e, in particolare, dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Ma di cosa si tratta?

Bonus mobili: cos’è?

Il bonus mobili ed elettrodomestici è uno sconto riservato a chi acquista in negozi fisici: non riguarda, dunque, la vendita l’online.

Gli sconti previsti vanno dal 10% al 20% e variano a seconda del settore merceologico. Per usufruirne, tuttavia, ogni contribuente dovrà aver effettuato una spesa complessiva non superiore a 10 mila euro.

Bonus mobili: cosa è possibile acquistare

Sarà possibile utilizzare il bonus mobili ed elettrodomestici soltanto per l’acquisto di determinati prodotti.

In particolare, lo sconto va applicato al prezzo di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), comprati sia in Italia che all’estero e destinati ad arredare immobili oggetto di ristrutturazione.

Risulterà corretto precisare che chi sta affrontando la ristrutturazione di più edifici, potrà usufruire di diritto del già citato bonus più volte e che la soglia massima di 10mila euro si riferisce a ciascuna casa oggetto di interventi.

Infine, anche l’eventuale trasporto e montaggio dei mobili ed elettrodomestici acquistati può rientrare nel budget massimo fissato.

Bonus mobili: come richiederlo

Si esplicita che, per ricevere il bonus mobili 2020 basterà seguire le indicazioni pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “Ristrutturazioni edilizie”.

Bonus mobili: come ed entro quando utilizzarlo

Il nuovissimo bonus mobili ed elettrodomestici è uno sconto applicato al momento dell’acquisto: la somma detratta al cliente verrà rimborsata al negoziante dallo Stato entro un mese.

Il cliente potrà pagare solo  tramite bonifico, carte di credito o di debito e dovrà conservare  l’attestazione del pagamento e le fatture di acquisto con la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Infine, ad oggi sono agevolati gli acquisti effettuati nel corso dell’intero 2020 (data ultima è infatti il 31 dicembre) ed  in connessione con un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2019.


Leggi anche Dl Agosto 2020: tutti bonus previsti per sostenere l’economia