Cronaca

Catania, veterinario vendeva farmaci sottobanco: beccato dai Nas

Un veterinario, in accordo con un'azienda agricola del catanese, curava gli animali tramite medicine comprate illegalmente. I Nas hanno aperto le indagini.

Un veterinario è stato denunciato dai carabinieri del Nas di Catania a causa della vendita illegale di farmaci a diverse aziende. Infatti, la procedura di vendita regolare prevede la compilazione di prescrizioni mediche ed il conseguente acquisto nelle farmacie veterinarie. Invece, in seguito al sequestro di alcune medicine presso un’azienda agricola i Nas sono risaliti al medico che le avrebbe acquistate clandestinamente.

I farmaci sequestrati, di provenienza estera, non erano riconosciuti in ambito nazionale. Inoltre, non erano garantiti né l’uso corretto né il rispetto dei tempi di sospensione dei trattamenti, considerato che venivano somministrati al bestiame direttamente dall’allevatore. Infatti, i militari hanno trovato siringhe e confezioni appena utilizzate nello stesso locale in cui veniva effettuata la mungitura dei capi, prevalentemente ovini e caprini.

Sembra proprio che la casa del suddetto medico era diventata un ambulatorio veterinario utilizzato per la cura di animali d’affezione ed un deposito di farmaci riconducibili all’attività di vendita abusiva agli allevatori di bestiame.

Università di Catania