Terza Pagina

Sicilia da sogno: una cometa su Isola delle Femmine [FOTO]

sicilia cometa isola delle femmine
Credit: Dario Giannobile
Il corpo celeste si chiama "Neowise 2020" ed è stato immortalato dal fotografo siciliano Dario Giannobile.

In Sicilia, ci sono delle volte in cui la realtà riesce ancora a superare PhotoShop. È il caso di questo scatto che ritrae una cometa che sorvola il cielo di Isola delle Femmine, celebre località balneare nel Palermitano.

Quella immortalata è la cometa “Neowise 2020” e lo scatto è opera di un fotografo siciliano: Dario Giannobile. “Un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela scappare” scrive il fotografo sui social: in effetti erano tanti anni che una cometa non si mostrava visibile ad occhio nudo.

Com’è stata scattata la foto?

“Ma come fare – si domanda Giannobile – per riuscire a riprenderla e cercare di valorizzare la nostra meravigliosa terra?

Non è stato facile, ho cercato diversi allineamenti e diverse soluzioni nel tentativo di offrire al mondo dell’astrofotografia uno sguardo originale. Alla fine ho trovato un luogo meraviglioso: l’Isola delle femmine in provincia di Palermo.

Appena arrivato sul luogo ho piazzato la macchina fotografica nella speranza di non avere sbagliato i calcoli. Uno strato di nuvole basse all’orizzonte mi ha impedito di vedere sorgere la cometa dal mare ma si è alzata poco più in alto nel cielo. Uno spettacolo che non vedevo da circa 20 anni”.

Isola delle Femmine: tra realtà e leggenda

“Diverse leggende – conclude il fotografo – hanno subito il fascino esercitato dalla torre ormai in gran parte diroccata che sovrasta l’isolotto. Quella più conosciuta considera erroneamente la torre come prigione per sole donne. In realtà il nome ‘Isola delle femmine’ è frutto di un lungo processo di italianizzazione, infatti l’antico nome dell’isolotto, secondo la tradizione popolare, era ‘Insula Fimi’, anch’esso frutto di un processo di omologazione e derivato da ‘Isola di Eufemio’, dal nome del generale Eufemio di Messina, governatore bizantino della Sicilia”.