Catania

Catania, firmata convenzione per la tassa di soggiorno: a quanto ammonterà

piazza-duomo-catania
Turismo a Catania: firmata convenzione per l'incasso della tassa di soggiorno: ecco come funzionerà e a quanto ammonterà.

Turismo a Catania: nel perseguire gli obiettivi di semplificazione e snellimento delle procedure, l’Amministrazione Comunale della città etnea ha stipulato una convenzione con Wonderful Italy, network nazionale per l’utilizzo a fini turistici immobili di civile abitazione, che impegna la società a riscuotere e riversare al Comune l’imposta di soggiorno in modo automatico, prevalentemente per le case vacanze.

Tassa di soggiorno a Catania: come funziona

Alla presenza del sindaco Salvo Pogliese, il capo di gabinetto e direttore del turismo comunale Giuseppe Ferraro e l’amministratore delegato di Wonderful Italia Michele Ridolfo, hanno stipulato una convenzione che prevede anche che l’importo sia uniformato a 2 euro per persona e per notte, fino a quattro pernottamenti, agevolando la riscossione e il riversamento nelle casse comunali, quale azione preventiva dai tentativi di elusione o evasione dell’imposta.

Infine, grazie alla sottoscrizione di questo documento, il Comune e Wonderful Italy convengono sull’opportunità di sviluppare azioni di promozione e co-marketing congiunte per valorizzare la Città di Catania come destinazione turistica.

Speciale Test Ammissione