Attualità

Bonus baby sitter: possono richiederlo anche i nonni

bonus baby sitter nonni nipoti
Una circolare dell'Inps ha chiarito le condizioni di uso del bonus baby sitter: anche i nonni potranno usufruirne, a condizione che non siano conviventi.

Bonus baby sitter: dopo il lancio della misura di supporto alle famiglie in seguito alla crisi economica, l’Inps ha rilasciato una circolare in cui ha specificato le modalità di utilizzo dell’oramai celebre incentivo. Secondo questa nota rilasciata, anche i nonni potranno beneficiare del voucher messo a disposizione dall’Istituto nazionale della previdenza. Ecco i requisiti da soddisfare per richiederlo e la procedura per fare domanda.

Bonus baby sitter: sì ai nonni, solo se non conviventi

La circolare dell’Inps 73/2020 ha reso possibile avere dei chiarimenti sui soggetti che possono beneficiare della misura di supporto economico. Per quanto riguarda i nonni, secondo quanto stabilito dall’Inps, si tratta di soggetti ai quali può essere indirizzato il voucher, a condizione che non siano conviventi con il richiedente del beneficio. La convivenza con il soggetto facente domanda è infatti motivo di esclusione dal beneficio. Inoltre, il bonus non potrà essere utilizzato dall’altro genitore, anche se non convivente o divorziato.

Per quanto riguarda il valore del voucher, il massimo potrà essere 1.200 euro, da spendere solo sul portale Inps e per un’attività di baby-sitting effettuata nel periodo compreso tra il 5 marzo e il 31 luglio 2020. Sarà inoltre possibile richiedere il bonus con una seconda modalità. con accredito direttamente al richiedente. Tuttavia, questo caso è legato solo ai minori iscritti in centri estivi o simili e la somma sarà elargita solo se l’iscrizione a tali attività sarà comprovata.

Bonus baby sitter: come richiederlo

Per poter spendere il bonus per le prestazioni di baby-sitting, sarà necessario farne richiesta. La domanda va presentata esclusivamente in maniera telematica, attraverso il portale dell’Inps. Per effettuare la procedura sia il richiedente, vale a dire il genitore del minore per il quale si attiverà il bonus, che il baby sitter dovranno essere iscritti al portale Inps. Inoltre, sarà necessario che il richiedente possieda una posizione Inps attraverso un PIN o con un intermediario.

Nell’arco di quindici giorni la pratica potrà essere accettata e il richiedente riceverà un voucher con la somma destinatagli dall’Inps. L’attività alle quali si farà riferimento per usufruire del bonus saranno quelle del periodo compreso tra 5 marzo e 31 luglio 2020, anche se la registrazione al portale Inps potrà essere effettuata fino al 31 dicembre 2020.

 Bonus baby sitter: come richiedere all’INPS fino a 1200 euro

 

Università di Catania