Scuola

News scuola: c’è la data per una possibile riapertura

news scuola
Si dovrebbero conoscere entro la settimana le linee guida per la regolare ripresa della scuola a settembre. Ecco alcune anticipazioni su date e distanziamento.

News scuola: si attendono ancora le linee guide del Governo, che permettano di progettare la regolare ripresa della scuola a settembre. Le disposizioni si dovrebbero avere tra domani e giovedì e immediatamente dopo i tavoli regionali cominceranno a lavorare per la riapertura degli istituti scolastici.

Possibile data di riapertura

Non si conosce ancora la data ufficiale della riapertura delle scuole italiane, sebbene l’intesa tra regioni e Governo converrebbe sul 14 settembre. Questo giorno, tuttavia, non metterebbe d’accordo tutti, alzando alcune voci contrarie, preoccupate per l’eventuale coincidenza dell’inizio delle lezioni con le elezioni.

È la data più gradita a tutti anche se ci sono voci contrarie. Chiederemo – spiega Cristina Grieco, coordinatrice della Commissione Istruzione della Conferenza delle Regioni – comunque di avere meno disagi possibili nelle scuole laddove ci saranno elezioni. Sarebbe importante trovare altre sedi per i seggi elettorali, anche per il futuro. La collaborazione è massima, la partita è molto importante”.

Distanziamento e norme di sicurezza

In merito alle ultime news scuola, si discute ancora, inoltre, in merito alla distanza di sicurezza da tenere in classe, nonché sull’utilizzo della mascherina per docenti, studenti e personale scolastico. In materia di distanziamento le Regioni hanno espresso l’esigenza di elaborare parametri oggettivi per tutte le scuole italiane, così da venire incontro ai dubbi di presidi e amministratori locali.

La proposta delle regione per una ripresa in sicurezza della scuola è quella di stabilire una superficie pari a 1,8 metri quadri, così da poter individuare con velocità le situazioni critiche.

Per quanto riguarda l’obbligo della mascherina, si chiede che essa sia resa necessaria soltanto durante gli spostamenti e non in classe, quando gli studenti saranno seduti al proprio banco durante le lezioni.

Le difficoltà del distanziamento

I presidi degli istituti scolastici italiani, tuttavia, denunciano la forte difficoltà e, in alcuni casi, l’impossibilità di garantire le distanze di sicurezza nelle classi. In almeno il 40% delle aule scolastiche, infatti, metratura e numero di studenti non consentirebbero l’applicazione delle norme sul distanziamento. Anche questo spinge i dirigenti delle scuole italiane a chiedere repentinità nelle norme del Governo, così da poter stabilire con abbondante anticipo una linea d’azione.


Leggi: News scuola, Conte rassicura: “Nessuna interruzione per le elezioni”