Attualità

Nuova ipotesi su Covid-19, Oms: “Raro che asintomatico trasmetta virus”

Coronavirus nel mondo
Emergono nuove ipotesi in merito alla modalità di contagio del Covid-19. Secondo l'Oms, infatti, raramente gli asintomatici trasmettono il virus.

Starebbero emergendo nuove ipotesi riguardo alle modalità di contagio del Covid-19. Secondo l’Oms, infatti, non sarebbe da scartare l’ipotesi secondo cui gli asintomatici non siano in grado di trasmettere il virus.

Negli ultimi mesi si è trattato di uno degli argomenti più dibattuti, insinuando il dubbio in merito ai cosiddetti asintomatici. Tra chi ha sostenuto che quest’ultimi fossero veicolo del contagio e chi li ha ritenuti portatori meno probabili dell’epidemia, emerge adesso una nuova teoria dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità).

A gettare una nuova luce sulla questione è Maria Van Kerkhove, capo del team tecnico anti Coronavirus dell’Oms. “È molto raro – ha affermato durante il briefing dell’ONU – che una persona asintomatica possa trasmettere il Covid-19“.

La dottoressa ha spiegato come, studiando nel dettaglio i dati forniti dai diversi paesi, questi abbiano indicato gli asintomatici come portatori deboli del virus. Stando sempre alle dichiarazioni dell’Oms, questa ipotesi sarebbe sostenuta dal fatto che gli asintomatici abbiano contratto il virus in forma più leggera. Le goccioline prodotte da tosse o starnuti, quindi, sarebbero state meno virulente. 

Si tratta, tuttavia, di una questione ancora aperta, da sottoporre al vaglio di nuovi studi e analisi. “L’Oms– ha concluso la Kerkhove- continua a raccogliere dati e ad analizzarli per rispondere davvero a questa domanda”.