Attualità

Alitalia cancella voli da Trapani, Musumeci: “È l’ennesimo schiaffo ai siciliani”

alitalia voli sicilia
Alitalia cancella alcuni voli per la Sicilia. Il presidente Musumeci: "Tutto questo sta indebolendo la nostra ripresa e rendendo difficile la vita dei siciliani".

Cancellati i voli Alitalia diretti a Roma e Milano da Trapani. Sarebbe questa l’ultima decisione della compagnia aerea di bandiera, che non intende operare tali rotte.

“Apprendo dal presidente di Airgest che Alitalia, la compagnia di bandiera, improvvisamente ha fatto sapere che non intende operare rotte con Roma e Milano da Trapani. Neppure in estate – ha spiegato il presidente della Regione, Nello Musumeci -. È l’ennesimo schiaffo che si aggiunge a tariffe perlopiù inaccessibili e ai voli ancora ridotti in tutti gli scali siciliani, che stanno rendendo impossibile raggiungere l’Isola e partire

“Si tratta – continua – di un atteggiamento che, nel pieno della più grave crisi economica del nostra comunità, assume i profili di seria irresponsabilità di cui chiediamo conto innanzitutto al management ed al governo nazionale. I trasporti aerei sono andati fuori controllo e il grido d’allarme delle compagnie low-cost è drammatico. Tutto questo sta indebolendo la nostra ripresa e rendendo difficile la vita dei siciliani”.

Domani – conclude Musumeci – mi aspetto una presa di posizione del presidente Conte nei confronti di Alitalia, che dal governo centrale sta attendendo aiuto oltre ogni legittima misura. In caso contrario, ma conosco la sensibilità del premier, la Sicilia darà vita a proteste clamorose”.

La replica di Alitalia

La compagnia aerea ha fatto alcune precisazioni in merito: “Le rotte da e per Trapani presentano per luglio e agosto un numero di prenotazioni inferiore del 60% rispetto all’anno scorso, nonostante i voli siano in vendita a tariffe particolarmente favorevoli (a partire da 61 euro a tratta, tasse aeroportuali incluse). Abbiamo quindi chiesto all’aeroporto un sostegno per mantenere nel periodo estivo i voli Trapani-Roma e Trapani-Milano, la cui redditività è fortemente penalizzata dalla riduzione del traffico a seguito degli effetti del Covid-19”.

“L’aeroporto – spiega la compagnia – non ha ritenuto di favorire una più equa distribuzione dello sforzo economico, pertanto Alitalia ha ritenuto inevitabile concentrare i propri servizi sull’aeroporto di Palermo”.

Rimani aggiornato

Università di Catania