Università di Catania

Catania aiuta Bergamo: Unict dona tremila litri di gel igienizzante

professori unict
Immagine archivio.
Nell'Università di Catania è in atto un progetto istituzionale per la produzione di gel igienizzante. Tremila litri saranno donati ad alcuni dei comuni più colpiti.

Grazie ad un’intesa voluta dall’Università di Catania e dalla regione, un team del dipartimento di scienze chimiche coordinato dal professore Roberto Purrello e promosso dal professore Benedetto Torrisi, è al lavoro per la donazione di tremila litri di gel igienizzante al comune di Bergamo e al comune di Somaglie. 

Il gel igienizzante è prodotto nei laboratori del dipartimento di Scienze Chimiche, una delle eccellenze accademiche dell’ateneo, e andrà a supportare una delle zone più tragicamente colpite dalla pandemia.

Un gesto che unisce l’Italia da Nord a Sud, con la fornitura di un prodotto che è, ad oggi, “essenziale per il prosieguo della nostra esistenza, forse ancor più dell’utilizzo delle mascherine“, sostiene il professore Purrello.

In questi giorni, quindi, Unict è in prima linea al servizio della comunità. Come afferma il rettore Francesco Priolo, infatti: “L’Università di Catania ha offerto un suo sostanziale contributo alle iniziative di contrasto dell’emergenza epidemiologica attivandosi per la certificazione delle mascherine attraverso l’istituzione dell’Anticovid-Lab e poi attraverso la produzione di sostanza igienizzante prodotta nei nostri laboratori. Donare un quantitativo di liquido igienizzante alle città e all’università di Bergamo e al comune di Somaglie è per noi motivo di particolare orgoglio. Desidero ringraziare in particolare il presidente Musumeci e l’assessore Razza perché questo è innanzitutto il risultato della proficua collaborazione tra istituzioni e un aiuto concreto che ha un forte significato simbolico: la nazione da Nord a Sud è davvero unita nel combattere questa emergenza”.

Negli ultimi mesi, l’Università di Catania si è mostrata particolarmente attiva ed attenta alle nuove esigenze. Ricordiamo, infatti, che poco tempo fa è nato un team coordinato da Roberto Purrello e da Rosario Pignatello che ha avviato  la distribuzione di un gel disinfettante prodotto secondo le linee guida dell’Oms, sia nelle strutture universitarie, sia tra le Forze dell’Ordine e le associazioni operanti nel territorio.