News

Bandiere Blu in Sicilia: le spiagge premiate diventano otto

L'ONG Foundation for Environmental Education promuove anche quest'anno il turismo italiano premiando le località balneari più belle e pulite. Sono otto le località siciliane che ricevono il vessillo 2020.

Torna l’appuntamento annuale con le Bandiere Blu: la 34esima edizione per i riconoscimenti assegnati dalla ONG danese Fee (Foundation for Environmental Education) ha visto premiati tanti comuni rivieraschi italiani e gli approdi turistici con le acque più pure e belle. Per scegliere quali località possono far sventolare la bandiera non basta considerare la limpidezza delle acque, serve infatti un sistema di servizi a 60 gradi riassunto in 32 criteri. La certificazione sarà a prova di furbetti grazie al contributo delle Capitanerie di Porto che quest’anno verificheranno che del riconoscimento non abusi piazzandolo ovunque convenga.

Bandiere Blu in Sicilia: le spiagge premiate

Per quanto riguarda la Sicilia sono state riconfermate le bandiere blu per le sette spiagge siciliane dell’anno scorso. Nella provincia di Ragusa spicca la spiaggia Pietre Nere a Raganzino, Marina di Ragusa e le spiagge di Ispica, Santa Maria del Focallo e Ciriga. A queste si aggiunge quest’anno Alì Terme nel Messinese.

Bandiere Blu nel resto d’Italia

Quest’anno sono 195 i comuni che hanno ottenuto il riconoscimento, con un ingresso di 12 nuove località, fra cui Diano Marina, Tremiti, Vico Equense, Tropea o Porto Tolle. Fra le regioni più premiate troviamo la Liguria, che ha visto un incremento di 32 località, segue la Toscana con venti località, fra cui Montignoso è il nuovo ingresso. Terzo posto per la Campania con 19 bandiere e le Marche con 15. Due nuove località per la Puglia (Tremiti e Melendugno) che si aggiungono ai 15 riconoscimenti, mentre la Sardegna riconferma 4 comuni appartenenti all’isola.

Con un turismo estero che si presenta complicato la scelta della destinazione nostrana sarà forse necessaria, anche se molte compagnie aree hanno annunciato la ripresa o l’intensificazione dei voli da e per l’Italia. In questo caso le bandiere blu diventano una bussola importante per orientarci nei viaggi.