Calcio Catania

CALCIO CATANIA – Reggina, Monza e Vicenza le promosse in B: gli etnei rimangono in Serie C

Vicenza, Monza e Reggina le tre squadre promosse in Serie B: il Catania resta a guardare, adesso la palla passa alla Figc.

Arrivano notizie clamorose dall’assemblea di Lega Pro avvenuta questo pomeriggio, circa la spinosa questione dei campionati, ripescaggi e promozioni. Non ci sono margini per la ripresa delle attività sportive in terza serie: è questo quanto emerso dalla lunga riunione, con i campionati dei tre gironi che possono considerarsi conclusi.

Vicenza, Monza e Reggina (nel girone C del Calcio Catania) sono le tre squadre che saranno promosse in cadetteria, in quanto attuali prime in classifica nei rispettivi gironi A, B e C di Lega Pro. Si è deciso anche di bloccare le retrocessioni in Serie D, mentre dai dilettanti non vi saranno ripescaggi. Per quanto concerne la quarta squadra ad essere promossa, tutti i numeri portano al Carpi, secondo una decisione (sulla base di gare giocate e punti conquistati) che sta facendo discutere non poco.

Abbiamo analizzato quale potrebbe essere il metodo giusto per le fideiussioni – ha commentato il presidente della Lega Pro Ghirelli –, con la Lega che continua a proporsi come garante. Poi siamo passati alle votazioni, con enorme senso di responsabilità. C’è stata un’ampissima maggioranza sulle proposte di sospendere il campionato, promuovere le tre capoliste, bloccare le retrocessioni e i ripescaggi dalla Serie D. Sui playoff la votazione è stata più combattuta ma ha prevalso un notevole senso di ascolto. Ha vinto l’ipotesi di promuovere la quarta tramite il merito sportivo. Il metodo sempre utilizzato dalla Lega Pro: un indice in base alle partite giocate, una media punti insomma. Non abbiamo riflettuto sul nome dei club ma su un dato oggettivo: possono dire tutto meno che il sottoscritto non abbia l’onestà intellettuale di essere il presidente di tutta la Lega Pro“.

Adesso toccherà alla Figc mettere nero su bianco e ratificare quanto chiesto dalle 60 squadre della Lega Pro, tra blocco dei campionati e decisioni su promozioni e blocchi di retrocessione e ripescaggi.