Catania

L’RSA di S. Giovanni La Punta non è un focolaio: negativi i 17 tamponi

tamponi
La notizia arriva dal sindaco e conferma che, adesso, all’interno della struttura non vi è una situazione pericolosa.

I risultati dei tamponi eseguiti ai 13 ospiti della casa di riposo e ai 4 operatori della struttura, posti in isolamento all’interno di essa, sono tutti negativi. A renderlo noto il sindaco di San Giovanni La Punta, Nino Bellia.

“La notizia è stata confermata sia dall’Asp così come anche dalla responsabile della casa di cura, con la quale – afferma il Primo cittadino – in questo periodo sono stato in contatto costantemente per garantire la massima collaborazione ed ogni supporto necessario a superare questa emergenza.

Inoltre l’Asp ha confermato che entro questa settimana farà il secondo tampone a tutti i soggetti presenti in struttura, che darà sicuramente l’ulteriore conferma di negatività dei soggetti interessati per confermarne definitivamente la guarigione.

“Purtroppo ci duole confermare – continua Bellia – che i casi dei soggetti deceduti in seguito al Covid-19, in detta struttura, in totale sono sei e tutti deceduti in ospedale dove erano stati precedentemente ricoverati. Tutti avevano patologie pregresse ed un’età avanzata, ad eccezione di un 62enne, anch’egli con patologie pregresse e figlio di una 92enne, ospite della struttura, le cui condizioni attualmente sono buone”.

Facendo un bilancio della situazione, i casi registrati nel comune etneo, compresi pertanto anche quelli della casa di riposo, in totale sono 44: di questi quelli deceduti in totale sono stati 10, gli ospedalizzati sono stati 5 e altri 12 sono in isolamento domiciliare.

Da una analisi di questi dati, rapportati al numero degli abitanti, si consideri che il Covid-19 ha interessato circa lo 0,2% della nostra popolazione residente a San Giovanni La Punta, quindi una percentuale molto bassa.

“Questo risultato – continua il sindaco -, malgrado abbia sconvolto la vita di coloro i quali lo hanno vissuto sulla propria persona, è stato così contenuto perché sono state rispettate le misure imposte dal Governo che, con responsabilità e determinazione ci siamo tutti impegnati a rispettare e fare rispettare.
Abbiamo intimato ed invitato, con tutti i mezzi a nostra disposizione,tutti i nostri concittadini ad attenersi scrupolosamente al rispetto delle regole, questo sforzo collettivo ci ha consentito di contenere i contagi dei soggetti individuati nella prima fase e di non espandersi al resto dei cittadini.

Attualmente non si registrano nuovi casi, restano confermati i precedenti che sono stati sottoposti ad ulteriori tamponi, che ne hanno dichiarato la guarigione, mentre altri sono in via di guarigione. Tutti questi soggetti sono attentamente monitorati dall’Asp”.