Lavoro, stage ed opportunità

Assunzioni straordinarie per OSS e medici: domande in scadenza

Sono in scadenza i termini per poter presentare la propria domanda di partecipazione alle assunzioni straordinarie di OSS e medici, per un totale di circa 1500 nuove unità da mandare a supporto nelle regioni più colpite.

A partire dalle ore 18 del 20 aprile 2020 è possibile partecipare alla nuova procedura per il reclutamento dei medici che andranno ad operare a supporto delle strutture sanitarie regionali più colpite dall’emergenza COVID-19.

La domanda può essere presentata entro le ore 16 del 23 aprile utilizzando il form disponibile all’indirizzo https://medicipercovid.protezionecivile.it. La partecipazione al team medico prevede il rimborso delle spese di viaggio e vitto ed un premio di solidarietà forfettario per ciascuna giornata prestata. Sarà cura delle regioni provvedere alla sistemazione dei medici in loco.

Per la costituzione di una Unità socio sanitaria (in corso di istituzione), è inoltre aperta la procedura di selezione di 1500 operatori socio sanitari dei quali:

  • 500 presteranno la propria attività presso le residenze sanitarie assistenziali, le case di riposo per anziani, le residenze sanitarie per disabili per un periodo consecutivo di quattro settimane;
  • 1000 presteranno la propria attività presso gli istituti penitenziari individuati dal Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria e Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità per un periodo consecutivo fino al 31 luglio 2020, termine dello stato di emergenza.

La partecipazione all’unità socio sanitaria è su base volontaria ed è aperta agli operatori dipendenti del Servizio sanitario nazionale, dipendenti di strutture sanitarie anche non accreditate e operatori liberi professionisti. La domanda può essere inoltrata entro le ore 20 del 22 aprile utilizzando il form disponibile all’indirizzo https://osspercovid.protezionecivile.it.

La partecipazione all’unità socio sanitaria prevede il rimborso delle spese di viaggio ed un premio di solidarietà forfettario per ciascuna giornata prestata.  Agli operatori sarà assicurato inoltre il vitto e l’alloggio in loco. Il tutto sarà a cura della Regione nella quale l’operatore presterà la propria attività.