News

In Sicilia 75 milioni per il risanamento dei centri storici: i comuni coinvolti

La Regione Sicilia mette a disposizione 75 milioni di euro per sostenere i piccoli e medi comuni dell'Isola, duramente colpiti a livello economico dall'emergenza sanitaria: ecco le graduatorie.

Per agevolare la ripresa dei medi e piccoli comuni siciliani, la Regione mette a disposizione 75 milioni di euro da spendere per avviare attività di recupero dei centri storici. Sono 70 i comuni coinvolti, per i quali l’Assessorato regionale ha dato il via alle gare d’appalto previste dal bando “Centri storici”.

“Gli investimenti sulla riqualificazione del tessuto urbano siciliano rappresentano uno dei pilastri del mio programma di governo – ha dichiarato il presidente della Regione Nello Musumeci –. “Siamo convinti che tutelando il patrimonio storico specie dei piccoli centri creiamo le condizioni per uno slancio alla riscoperta del nostro territorio e occasioni di lavoro e sviluppo”.

“Dopo aver elaborato due linee di finanziamento e stilato le graduatorie dei settanta progetti – ha illustrato l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone – adesso acceleriamo decisamente sulle procedure. I Comuni possono già compiere le gare d’appalto, nelle more dei singoli decreti. In tal modo puntiamo a far partire i primi interventi di questo vasto Piano di risanamento dei centri storici, messa in sicurezza e tutela di ambiente e beni culturali entro l’estate”.

“Lavoriamo così al post-emergenza: gli investimenti infrastrutturali,-conclude l’assessore- abbattendo i tempi della burocrazia devono essere la prima leva per risollevare la Sicilia dalla crisi economica scatenata dal Coronavirus”.