Attualità

Coronavirus, in Sicilia centinaia di auto dal Nord: “Afflusso pericoloso”

Le parole del sindaco di Messina, tramite un video postato sul suo profilo social, sugli eventi accaduti nella notte

Dopo gli sbarchi non autorizzati di stanotte a Messina, continuano gli sfoghi da parte dei politici siciliani. Dure le parole del presidente della Regione Musumeci, che chiede maggiori controlli ai prefetti e dice basta.

“In coincidenza con l’annuncio del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ieri sera si è registrato un consistente quanto pericoloso afflusso di auto all’imbarcadero di Villa San Giovanni sui traghetti privati per Messina”. A denunciarlo il segretario generale del sindacato Orsa, Mariano Massaro, che aggiunge: “Stiamo parlando di numeri importanti, centinaia di automobili in marcia verso la Sicilia che secondo i molteplici i decreti del Governo Centrale e le ordinanze del Presidente della Regione, dovrebbe essere abbondantemente blindata”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco della città di Messina, Cateno De Luca. Affida ad un video sul suo profilo social le sue parole: “La mia pazienza è finita” è il messaggio del primo cittadino. Dopo aver letto il decreto dei ministri Speranza e Lamorgese riguardo le misure contro il contagio afferma: “sto preparando una nota di grande protesta nei confronti del prefetto di Messina, del prefetto di Reggio Calabria, dei questori, perché voglio capire che cosa è successo stanotte. Voglio il riscontro dei controlli che sono stati effettuati.”

E continua dicendo: “Comunque stasera sappiate che io sarò lì a bloccare la nave, e invito anche il presidente Musumeci. Basta con le semplici proteste. Non permettiamo a nessuno di giocare con la pazienza dei siciliani. Dopodiché annuncia le sue prossime mosse: “ora farò un’ordinanza per impedire che si passi in modo indiscriminato. Chi deve passare dovrà segnalarlo almeno due ore prima e le motivazioni saranno verificate. Basta fare provvedimenti senza poi organizzare sul territorio una struttura per farli rispettare. Cari ministri, dovete garantire ora ai siciliani di schierare l’esercito, dal lato di Villa San Giovanni e da questo lato. Siamo stanchi.”


 Leggi anche: Coronavirus, in Sicilia sbarchi senza autorizzazione: l’ira di Musumeci

A proposito dell'autore

Francesco Finocchiaro

Nato nel 1993, studio lingue e culture europee, euroamericane ed orientali a Catania, città dove sono nato. Appassionato di sport, cinema, musica, e affamato di novità. Scrivo per LiveUnict per cercare di esprimere me stesso e le mie passioni, per crescere e raggiungere nuovi obiettivi.