Catania

Coronavirus, blitz di Musumeci a Fontanarossa: “Controlli solo da 3 giorni”

Verifica sui controlli per il Coronavirus all'Aeroporto di Catania

Verifica a sorpresa del presidente Nello Musumeci con l'assessore alla #Salute Ruggero Razza sui controlli sanitari per il #Coronavirus all'Aeroporto di Catania - Sicilia#Sicilia #Catania #CoronavirusSicilia #CoronavirusItalia #Covid19 #Covid19Italia Palazzo Chigi - Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero della Salute Costruire Salute

Publiée par Regione Siciliana sur Samedi 29 février 2020
Il Presidente della Regione Musumeci ha visitato a sorpresa l'aeroporto di Catania per verificare l'effettiva attuazione dei controlli per l'emergenza Coronavirus riscontrando gravi mancanze fino a tre giorni fa.

La visita a sorpresa del Presidente della Regione Musumeci allo scalo aeroportuale di Catania non ha avuto un esito pienamente positivo. Come spiegato in un video pubblicato sulla pagina Facebook della Regione Siciliana, il Presidente ha infatti potuto confermare le sue perplessità riguardo l’assenza di controlli appropriati all’emergenza Coronavirus in corso. Recandosi nell’area degli arrivi infatti, Musumeci e l’assessore alla Salute Ruggero Razza, hanno avuto modo di constatare le mancanze dei controlli sanitari in atto nello scalo catanese.

Secondo quanto risulta, i controlli vengono effettuati dall’USMAF su tutti i voli in arrivo solo da tre giorni, mentre prima di allora venivano controllati solo i passeggeri provenienti da Roma e da paesi extraeuropei. Una vigilanza lacunosa e irresponsabile che noi avevamo denunciato sin dal primo di giorno della dichiarazione dello stato di emergenza”, ha dichiarato il Presidente.

Musumeci ha poi aggiunto che ad oggi la disposizione dei controlli a tappeto è stata resa omogenea per tutti gli scali e ha annunciato che con l’assessore Razza procederà con altri sopralluoghi a sorpresa in tutti gli scali siciliani, in modo da verificare l’effettiva attuazione dei controlli per contrastare l’emergenza Coronavirus.

“In un momento simile, serve cautela e prudenza, e dipende soprattutto dalla responsabilità di ognuno di noi” ha dichiarato Musumeci. “Per affrontare questa epidemia e per uscirne fuori non bastano i provvedimenti a livello nazionale e regionale, ma serve un forte e alto senso di responsabilità da parte di ognuno, anche nei piccoli gesti” ha proseguito il Presidente.

Musumeci ha inoltre sottolineato allo Stato la necessità di allargare anche al Sud le misure economiche che verranno adottate nelle regioni maggiormente colpite dall’epidemia. Il Presidente ha infatti sottolineato che la fobia del Coronavirus rischia di causare una grave mancanza a livello turistico anche in Sicilia, andando a intaccare l’economia della Regione. “Abbiamo la necessità di poter dire che la Sicilia è un’isola sicura, per evitare che la stagione turistica subisca danni” ha spiegato Musumeci.