Cronaca

Fotografato con una prostituta, ricattato e picchiato: due arresti nel Catanese

L'uomo ha denunciato i fatti ai carabinieri dopo essere stato picchiato e derubato dalla coppia, che è stata arrestata e condotta al carcere di piazza Lanza.

Succede a Mascali, in provincia di Catania, dove un trent’enne, dopo essere andato a prostitute, è stato minacciato e poi picchiato dalla donna con cui aveva avuto un incontro e da una transgender. Un uomo ha un rapporto sessuale con una prostituta dominicana di 40 anni, nella casa dove Johanny Ledesma Hernandez esercita la sua ‘professione’, paga quanto prefissato, 100 euro, ma poco dopo riceve una telefonata estorsiva: ‘paga altri 100 euro o mettiamo online la tua foto su un sito di incontri’.

Protagonista della vicenda un 30enne del Catanese che ha tentato di evitare la ‘gogna mediatica’ andando all’incontro, dove però la donna si è presentata in compagnia di una transgender, il 40enne colombiano Alejandro Gaitan, al quale ha consegnato i soli 30 euro che aveva con sé. Il malcapitato è stato colpito con schiaffi e pugni dai due che gli hanno anche rubato le chiavi dell’auto e lo hanno denudato e filmato con il cellulare.

Uscito dalla casa la vittima ha chiamato i carabinieri della stazione di Fiumedreddo di Sicilia che hanno fatto irruzione nell’abitazione e arrestato la prostituta e il suo complice per estorsione e rapina. Recuperata la refurtiva, che è stata restituita al legittimo proprietario.