Catania

Il Centro Antiviolenza Thamaia di Catania è salvo: arrivano i fondi dal Comune

Il Centro Antiviolenza di Catania è salvo: si è risolto positivamente il contenzioso col Comune di Catania. Presto arriveranno le somme dovute.

Il Centro Antiviolenza Thamaia, dopo aver risolto positivamente il contenzioso con l’amministrazione comunale di Catania, non è più a rischio chiusura. L’Ente, infatti, ha garantito l’accreditamento delle somme dovute. Come si legge in un post Facebook del Centro, il risultato raggiunto è stato possibile soltanto grazie alla mobilitazione e alle solidarietà delle persone, catanesi e non, che in queste settimane hanno sostenuto e incoraggiato il lavoro dell’associazione.

Nei giorni scorsi questa testata aveva affrontato il problema relativo alla possibile chiusura del Centro. Dal 2017, infatti, il Centro Antiviolenza Thamaia di Catania, attende una somma di 70mila euro dal Comune di Catania, per un progetto finanziato direttamente dalla Regione siciliana. Il denaro investito è necessario per la sopravvivenza del Centro, che molto ha fatto e continua a fare per le donne catanesi e non.