Università di Catania

Rinnovo Carta Multiservizi per laureandi: come funziona

Rinnovare senza iscrizione, sì o no? I laureandi trovano finalmente una risposta al proprio dubbio.

Con l’invito da parte di FCE a rinnovare il proprio abbonamento gratuito ai mezzi pubblici catanesi, gli studenti catanesi sono corsi subito nelle stazioni interessate ad aggiornare la propria Carta Multiservizi, così da non essere costretti ad acquistare dei biglietti.

Eppure, alcuni dubbi sono rimasti: la pagina FCE infatti recita che “gli studenti, già in possesso della card e regolarmente iscritti a uno dei corsi di laurea dell’Ateneo catanese per l’anno accademico in corso 2019/2020, possono rinnovare il loro abbonamento tramite le bigliettatrici automatiche”.

Fin qui tutto bene, se non fosse per il regolamento d’Ateneo che prevede che i laureandi, ovvero coloro che entro il 10 ottobre hanno ottenuto 150 CFU per la triennale o 90 per il biennio, non sono tenuti ad iscriversi al nuovo anno accademico.

Fortunatamente, non c’è da preoccuparsi: tramite alcune segnalazioni, gli studenti laureandi non iscritti al nuovo anno accademico potrebbero aggiornare la propria Carta Multiservizi, tornando così ad avere l’abbonamento gratuito all’intera rete di mezzi pubblici catanesi.

I passi sono i medesimi (uguali per qualsiasi studente):

  1. Inserire la carta Creval Prepaid Card Unict nel lettore posto nella parte inferiore della bigliettatrice (in ciascuno dei due versi);
  2. Sul display comparirà la richiesta di rinnovo del titolo di viaggio: premere “conferma”;
  3. Attendere l’emissione dello scontrino e la schermata di validazione.

Di conseguenza, si può tirare un sospiro di sollievo: tra le preoccupazioni che precedono la propria laurea, fortunatamente, non si dovrà considerare quella di perdere il comodissimo servizio gratuito stipulato tra Unict. Fce, Amt e Comune.