In Copertina Università

UNICT – Porte aperte 2019, Basile: “L’Università come riferimento culturale per la città”

Con la tradizionale conferenza stampa l'Università di Catania ha presentato l'ormai consueta manifestazione estiva "Porte Aperte", con un ricchissimo programma di eventi culturali in città rivolti a cittadini e studenti, attuali e futuri. Per l'occasione, LiveUnict ha intervistato le autorità e i protagonisti dell'iniziativa.

Circa cinquanta giorni con oltre settanta appuntamenti dislocati per la città: sono questi i numeri preliminari ma significativi dell’iniziativa “Porte aperte Unict”, la quale si rinnova anche per l’edizione 2019 con un ricco programma di appuntamenti culturali che riempiranno una buona fetta dell’estate catanese. A presentare il programma ufficiale, nella mattinata di oggi, sono intervenuti il Rettore Francesco Basile, il sindaco Salvo Pogliese e il delegato ai Servizi culturali per gli studenti, il prof. Rosario Castelli. La presentazione, in anteprima alla stampa, si è svolta presso l’Aula Magna del Palazzo dell’Università.

In conferenza, il prof. Basile ha voluto ricordare le oltre 10mila presenze della scorsa edizione, ribadendo il valore della manifestazione in questione per favorire gli scambi culturali all’interno del territorio, partendo proprio dagli studenti e andando oltre lo studio con la promozione di spettacoli e attività culturali di vario genere. “L’università deve essere un riferimento culturale per la nostra città – ha dichiarato il Magnifico in sala nonché un modello valido e moderno per attirare i giovani”.

Ai microfoni di LiveUnict, il Magnifico Rettore ha parlato a proposito delle grandi potenzialità attrattive dell’ateneo catanese: “Abbiamo riqualificato l’offerta formativa con corsi di laurea moderni e richiesti – spiega Basile – e questo evento rappresenta uno dei momenti in cui l’ateneo cerca di intraprendere percorsi suggeriti anche dagli studenti, con cui collaboriamo al fine di rendere l’università un luogo che possano sentire proprio, anche per le scelte che in esso si intraprendono“. Sull’onda dei numerosi apprezzamenti ricevuti – dalle politiche eco-friendly alla mobilità gratuita per gli studenti universitari – il Rettore guarda anche al futuro: “Miglioriamo anno dopo anno, ispirandoci ad un modello americano: perfezioneremo le residenze universitarie per concepirle come campus e strutture socialmente attive, stiamo già lavorando sugli impianti sportivi”.

L’iniziativa “Porte aperte” riscuote grande gratitudine anche da parte del sindaco di Catania, Salvo Pogliese, anch’egli presente alla conferenza: il Primo cittadino ha voluto ribadire anche in questa sede l’importanza della sinergia tra città ed università, grazie alla quale Catania sta ottenendo ottimi risultati, riscontrabili ad esempio nella vistosa crescita dei passeggeri annui della metropolitana, in parte dovuto anche ai trasporti gratuiti per gli studenti universitari. “Questo evento fa parte di un percorso già tracciato e perseguito da entrambe le istituzioni – dichiara Pogliese ai microfoni di LiveUnict – proponendo un programma articolato ed importante che si offre a tutta la comunità cittadina; all’Ateneo va il nostro plauso, come amministrazione, per quanto fatto nell’interesse esclusivo di offrire un programma culturale anche a studenti e turisti; Catania è altresì città universitaria e nel nostro mandato proseguiremo questa fattiva collaborazione con l’ente accademico”.

Il prof. Rosario Castelli, da due anni al timone dell’iniziativa, commenta così il valore dell’iniziativa “Porte Aperte”: “È un investimento in cui l’ateneo crede fortemente, un progetto di public-engagement unico nel suo genere, con un calendario così ricco tra concerti, mostre, rassegne cinematografiche – dichiara il docente – frutto di uno sforzo enorme per attuare una piena collaborazione tra università, associazioni ed  amministrazione comunale“. Oltre che in conferenza, Castelli ha ribadito ai nostri microfoni l’importanza del tema “L’Università per la città”, scelto per l’edizione 2019: “Vogliamo ribadire il ruolo dell’università in supporto all’amministrazione cittadina e il ruolo dell’Ateneo sia come ente di formazione per il futuro sia come presenza attiva nello sviluppo culturale dell’intera comunità cittadina, con la quale sente il bisogno di cooperare ed indicare linee di sviluppo“.

Il professore Castelli, oltre a presentare nel dettaglio le singole iniziative, si è voluto anche soffermare su alcune delle principali novità di “Porte aperte” per l’imminente edizione: “Abbiamo coinvolto gli studenti con un team di volontari e stagisti con un ruolo centrale nell’ambito della comunicazione; abbiamo altresì predisposto una sezione di appuntamenti denominata ‘Porte Aperte teen’ con cui ci rivolgeremo agli interessi dei teenager; infine, non bisogna dimenticare il supporto alle politiche eco-friendly e a basso impatto ambientale in accordo con quanto fatto dall’Ateneo e che i nostri partner provvederanno a rilanciare“.

Gli eventi presentati oggi si svolgeranno dal 16 giugno al 2 luglio prossimi: la musica sarà tra i protagonisti assoluti, con l’apertura ufficiale che prevede il concerto del multiculturale “Ottetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio” in programma giorno 16 ai Benedettini; per la chiusura, invece, è previsto il concerto di Carl Brave a Villa Bellini, tappa del “Notti Brave Summer Tour”. Nei venticinque appuntamenti musicali non mancherà anche il “Rocketta Summer Live” con artisti di tutta Europa e il contest musicale “DiSummer” con protagonisti gli studenti. Previsti anche spettacoli teatrali,  proiezioni, recital, conversazioni,  mostre, attività di animazione urbana e passeggiate culturali.

Quanto alle aspettative, anche in relazione al vasto numero di presenze dell’ultima edizione, così si esprime il Direttore Generale Unict Candeloro Bellantoni: “Ci aspettiamo una maggiore partecipazione della cittadinanza e dei nostri studenti, che vogliamo fidelizzare ulteriormente come per le altre iniziative”.  Un pensiero, infine, anche per gli studenti futuri: “A loro dico di scegliere Catania, perchè insieme all’università permette di entrare in contatto con l’arte e le cose belle della vita che aiutano a far maturare le persone”. 

Programma completo Porte aperte Unict 2019

Luciano Simbolo

Aspirante giornalista, praticante studente, occasionalmente musicista. Collaboratore dal 2016, studia Lettere moderne presso il DISUM di Catania. I tre imperativi fondamentali? Scrivi, viaggia, suona ma senza dimenticare la pizza e lo sport.

Da TWITTER

#Etna: nuova attività stromboliana nel Cratere Sud-Est #foto #Catania https://catania.liveuniversity.it/2019/12/09/etna-eruzione-catania-cratere-sud-est/

Il banco di #Sardine riempie #Catania: "L'Italia dell'odio comincia a scricchiolare" @6000sardine https://catania.liveuniversity.it/2019/12/08/sardine-catania-7-dicembre-flash-mob/

#Saldi invernali 2020: la data d’inizio in #Sicilia #saldisicilia https://catania.liveuniversity.it/2019/12/06/saldi-invernali-2020-sicilia-data/

Load More...