Terza Pagina

Cortometraggio di medico catanese vince due premi al Gold Movie Awards [VIDEO]

Un fisiatra catanese ha prodotto un cortometraggio d'animazione ambientato nelle campagne di Ragusa.

Un cortometraggio d’animazione riesce in pochi minuti a raccontare una storia, a volte anche così profonda e vera da ricevere decine di premi da ogni parte della Terra. Questo è accaduto al cortometraggio prodotto da uno scrittore catanese, Fabio Teriaca, un medico fisiatra con la passione per il cinema.

Il fisiatra catanese ha già prodotto un film di successo “The wait – L’attesa”, che ha riscosso molto successo e ha  ricevuto diversi premi negli Usa e vanta anche una presentazione a Cannes.

Il nuovo film si intitola “Il volo delle foglie” ed è un cortometraggio d’animazione, il cui protagonista è tratto dal romanzo omonimo, scritto da Teriaca,  in uscita a breve. Il film ha ottenuto due premi al “Gold Movie Awards”, il Festival londinese che valorizza e premia le produzioni indipendenti, nel campo del documentario e del cortometraggio: miglior cortometraggio di animazione e  migliore produzione.

Il cortometraggio è stato apprezzato particolarmente per l’ambientazione caratteristica e per le musiche, che danno una nota di sicilianità. Le campagne del Ragusano, a Scicli e dintorni, con i vecchi casolari fanno da sfondo alla storia emozionante del film.

Il protagonista della storia è un bambino di nome Carmelo che per il suo sesto compleanno riceve in dono un albero, che i due genitori, due contadini, hanno piantato per lui nel cortile davanti la loro casa. Carmelo promette ai suoi genitori di prendersi cura dell’albero. Una tragedia colpisce però la famiglia, quando il giorno del raccolto il padre cade da una scala e muore. La vita del bambino da quel momento cambia: Carmelo va via dal paese natale e si ambienta in città.

Nella parte finale del film si vede Carmelo, ormai anziano, che fa i conti con il passato: si ricorda del giuramento fatto ai genitori, ma non mantenuto. Ormai è troppo tardi per tornare indietro.

Il protagonista, nella fase finale della sua vita, decide di voler tornare a casa, alle sue origini. Proprio questo ritorno è piaciuto alle popolazioni del Sud America e dell’India, perché le tocca da vicino.

 

Da TWITTER

#MedPhotoFest 2019, Ferdinando #Scianna: "La #fotografia è come a truvatura" https://catania.liveuniversity.it/2019/11/12/med-photo-fest-2019-ferdinando-scianna-la-fotografia-e-come-a-truvatura/

“Facciamo valere i diritti dei #caregiver nelle #università”: la petizione virale di Erika

https://catania.liveuniversity.it/2019/11/13/facciamo-valere-i-diritti-dei-caregiver-nelle-universita-la-petizione-virale-di-erika/

Diritto allo studio, #Priolo: “Fondi importanti stanziati per i nostri #studenti” @unict_it https://catania.liveuniversity.it/2019/11/13/unict-diritto-studio-priolo-fondi-misure-studenti/

Load More...