Catania

Catania diventa il set di un film: oggi il primo ciak di “Tuttoapposto”

Iniziano oggi le riprese del nuovo film con Roberto Lipari e Luca Zingaretti: per cinque settimane la città etnea e Acireale si trasformeranno in un set cinematografico.

La notizia era già stata annunciata qualche tempo fa, ma oggi è il grande giorno: per cinque settimane Catania e Acireale si presteranno come set cinematografico per un film sull’ambiente universitario che uscirà entro la fine dell’anno.

Si tratta di “Tuttoapposto“, film che vedrà il giovane palermitano Roberto Lipari come protagonista e la partecipazione di altri attori di grande fama come Luca Zingaretti, che smette i panni del commissario siciliano Montalbano per interpretare quelli del rettore dell’Università, nonché padre di Roberto, interpretato da Lipari. Ma, oltre a Zingaretti, saranno presenti attori che provengono sia dal mondo del cinema che da quello televisivo, con nomi del calibro di Monica Guerritore, Ninni Bruschetta, Silvana Fallisi, Paolo Sassanelli.

La trama del film, che dovrebbe uscire nell’autunno 2019, vede il giovane Roberto alle prese con la vita universitaria da studente, faccia a faccia con gli “inconvenienti” tristemente tipici del sistema accademico, quali favoritismi e raccomandazioni. Il protagonista, figlio del rettore, decide di agire in maniera rivoluzionaria e ribellarsi ad un sistema scorretto con gli alleati e i mezzi che ha a disposizione. Crea quindi un’app, che dà il nome al titolo del film, insieme ad un gruppo di amici, grazie alla quale gli studenti avranno la possibilità di esprimere valutazioni sul servizio dei docenti. Lo scopo è quello di spingerli a svolgere il loro lavoro in maniera onesta per evitare di compromettere la loro reputazione accademica, instaurando un interessante rovesciamento di potere.

La regia del film è affidata a Gianni Costantino e la distribuzione a Medusa Film, mentre la produzione è della Tramp Limited, la quale nei giorni scorsi si è premunita di organizzare il set a Catania. Le riprese infatti interesseranno il centro storico della città ma anche Acireale, secondo indiscrezioni, per un totale di cinque settimane.

A questo proposito nei giorni scorsi sono state prese le giuste misure per garantire sicurezza e corretto svolgimento delle operazioni. In particolare, è stato predisposto un divieto di sosta nei pressi di Piazza Università e Piazza Teatro dalle 20.00 del 27 febbraio alle 20.00 del 2 marzo.