Università

Università, quali facoltà scelgono i diplomati catanesi? I dati Eduscopio

Eduscopio ci fornisce i dati sulle migliori scuole di Catania nel settore scientifico, classico, sociale, tecnico e linguistico. Scopriamo come se la cavano i loro ex studenti dopo il diploma.

Per chi è in cerca di informazioni sui licei e su quale sia la qualità dell’istruzione che forniscono, Eduscopio è la risposta. Ogni anno raccoglie dati sui diplomati provenienti da ogni città, qual è il loro tasso di iscrizione alle università e quale quello di abbandono, quali sono le facoltà che preferiscono e quale sia la media ottenuta a ogni esame.

Abbiamo individuato i 5 istituti statali catanesi con il più alto indice FGA (l’indice che mette insieme la media dei voti e i crediti ottenuti normalizzati in una scala da 1 a 100) nei settori classico, scientifico, linguistico, umanistico e tecnico-tecnologico.

Classico: Mario Cutelli

Il Liceo Classico Mario Cutelli ha un indice FGA di 70.06 su 100. In media i suoi studenti si immatricolano con un voto di diploma medio di 83,7 e solo l’11% dei suoi diplomati non si immatricola; uguale è la percentuale di abbandono universitario al I anno. A superare il primo anno è il 78% con una media di voti che si aggira su 26,25. Ancora una volta, la maggior parte dei suoi ex studenti ha scelto di intraprendere il percorso giuridico-politico.

Principe Umberto di Savoia

Il liceo Principe Umberto di Savoia scala la classifica sia nel settore scientifico che in quello linguistico.

Scientifico: si conferma primo tra gli istituti statali con un indice FGA di 71,76 su 100 e voti di diploma con una media di 82,4 tra i suoi immatricolati. A non immatricolarsi è il 14%, contro il 77% di studenti che riescono a portare a termine il percorso di studi. Si ferma al primo anno solo il 9%. Non sorprende più di tanto scoprire che i due settori preferiti sono quello dell’area tecnica e scientifica.

Linguistico: il Principe Umberto di Savoia conquista la prima posizione anche nel settore linguistico, con un indice FGA di 64.41 e diplomati con un voto medio di 80.9. Il tasso di studenti che non si immatricola è decisamente più alto della controparte scientifica (28%) ma a non superare il primo anno è solo il 6%. Il settore preferito è quello umanistico e la percentuale di studenti che supera il primo anno è del 66%.

Scienze Umane: Lombardo Radice

Nelle scienze umane è il Lombardo Radice a prevalere con un indice FGA di 52.55/100. I suoi studenti in media si diplomano con un voto di 81.0 ma meno della metà riesce a portare a termine gli studi (il 43%), più basso del tasso di non iscritti (45%). Ad abbandonare gli studi dopo il primo anno è il 12% degli studenti. Le due categorie preferite sono a quasi pari merito sociale e umanistica.

Settore Tecnico-tecnologico: Fermi-Eredia

Il Fermi-Eredia ha un indice FGA di 63.88, ma solo un terzo dei suoi diplomati porta a termine gli studi (il 32%), con la maggior parte che preferisce non immatricolarsi. Il tasso di abbandono dopo il primo anno, tuttavia, è davvero basso: solo il 6%. Per i suoi diplomati è l’area scientifica la preferita, seguita da quella tecnica.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.