Catania

Attraversamento pedonale in viale Doria: nuove modifiche per renderlo più sicuro

Il comitato Danilo Di Majo ha raccolto 10mila adesioni per rendere più sicuro l'attraversamento pedonale in viale Doria: ecco le modifiche che verranno apportate a breve.

A luglio del 2017 Danilo Di Majo, studente di Medicina all’Università di Catania, veniva investito da un pirata mentre attraversava le strisce pedonali nei pressi della Cittadella universitaria. Questo tragico incidente, in cui il ragazzo ha perso la vita, ha scosso la coscienza di molti e ha aperto un grande dibattito sulla sicurezza dei pedoni che si trovano ad attraversare la circonvallazione di Catania, tra le macchine che sfrecciano.

Poche settimane dopo la sua scomparsa, amici e studenti si sono mobilitati e hanno istituito un comitato, proponendo una raccolta firme che ha raggiunto 10 mila adesioni. Infatti, quello di Danilo è stato un tragico incidente che si trova al culmine di una situazione generale di insicurezza: non è stata né la prima né l’ultima volta che uno studente, per andare all’università, abbia rischiato di essere investito dai veicoli.

Come segnalato a LiveUnict dallo stesso coimtato, entro novembre dovrebbero essere apportate nuove modifiche nell’attraversamento pedonale in viale Doria, come: l’inserimento elettronico per rilevamento della velocità, il limite di velocità di 30, preavviso di passaggio pedonale, pittogramma (segnaletica orizzontale per il passaggio pedonale),segnaletica verticale per il passaggio pedonale; pannelli luminoso che riproduce il passaggio pedonale, che sarà posto sullo sbraccio del semaforo; una telecamera per esterno con visore notturno, a registrazione settimanale incorporata; telecamera per esterno con visore notturno,  registrazione settimanale incorporata; lanterna rosso maggiorata sulla palina semaforica; occhi di gatto posti su ogni striscia pedonale sul alto della percorrenza dei veicoli.

“Abbiamo incontrato il vicesindaco Bonaccorsi – ha raccontato Alessandra Di Nora, amica di Danilo e membro del comitato, a LiveUnict – che ha espresso piena volontà politica in una risposta e, fino ad ora, ha dimostrato grande concretezza. In rappresentanza del comitato che è stato istituito alla morte di Danilo Di Majo, eravamo presenti con Niccolò Notabartolo, l’ex consigliere comunale e presidente della commissione lavori pubblici che dalla richiesta a oggi ci ha guidato per ottenere una risposta istituzionale. Abbiamo ottenuto un progetto dall’UTU e abbiamo la piena collaborazione della Sostare. Grazie anche all’architetto Chiara La Spina e al comandante Sorbino dell’UTU, inizieranno presto i lavori. Entro venerdì si avranno tutti i preventivi della segnaletica e lunedì partirà l’ordine che sarà evaso dopo otto giorni lavorativi”.