Università di Catania

Università, studenti fanno regalo al bidello: “Hai illuminato le nostre giornate”[VIDEO]

Un uomo come tanti altri, arrivato dalla Giamaica nel 1967, oggi lavora come bidello. Con la sua simpatia ha conquistato gli studenti dell'università che hanno deciso di fargli un regalo...

“Vogliamo ringraziarti per tutta l’energia positiva che ci hai trasmesso in questi anni”, queste le parole degli studenti di Bristol che hanno voluto fare un regalo all’uomo delle pulizie della propria università. Si sa, che i bidelli sono sempre gli amici degli studenti e a volte anche alleati contro i professori, e questa storia ce lo riconferma. Da anni quest’uomo, gira nell’Università di Bristol, pulendo aule e corridoi e risollevando l’umore dei ragazzi che l’hanno soprannominato il “simbolo della felicità” . E grazie al suo entusiasmo e al suo buon umore si è riuscito a conquistare l’amicizia degli studenti, che l’hanno voluto ringraziare regalandogli 1600 €.

La storia è quella di Herman Gordon, originario della Giamaica, trasferitosi a 15 anni con la famiglia nel Regno Unito. Da quel momento non è più tornato a casa, nel frattempo è cresciuto, si è fatto uomo, è arrivata una ragazza che poi è diventata sua moglie e il lavoro come uomo di pulizie. Dopo quasi mezzo secolo grazie a questi ragazzi, che erano a conoscenza della sua storia, può tornare nel suo Paese d’origine per una vacanza e soprattutto per riabbracciare i parenti che sono rimasti là.

Ecco, il motivo per cui gli studenti dell’Università di Bristol hanno organizzato una raccolta di fondi tramite internet, raccogliendo più di 1600 €. Poi, al bidello che era occupato a pulire hanno portato i soldi e un biglietto, in cui si legge: “Hai illuminato le nostre giornate e vogliamo tu sappia che ti vogliamo bene e ti apprezziamo. Ci siamo messi d’accordo per farti un regalo speciale, un modo per dirti grazie”. Ovviamente, alla vista del regalo Herman Gordon non è riuscito a trattenere le lacrime, forse non si aspettava che un addetto alle pulizie potesse entrare nel cuore di questi ragazzi. “Non avevo mai visto così tanti soldi nella mia vita – ha raccontato poi l’uomo – sono ancora sotto choc per l’emozione”.