Università di Catania

UNIVERSITÀ – Pratica forense all’ultimo anno per gli studenti meritevoli

Pratica forense anticipata grazie ad un intesa tra l’università e l’ordine degli avvocati

 

L’Università degli Studi di Palermo concede, agli studenti più brillanti, la possibilità di anticipare sei mesi di pratica forense all’ultimo anno del percorso di studio.  Questo è il frutto di un’intesa tra il rettore Fabrizio Micari e il presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo, Francesco Greco.

“Lo considero – ha dichiarato Micari- un esempio virtuoso di processi sinergici di collaborazione tra la realtà accademica e quella delle professioni per realizzare un continuum tra la formazione universitaria e l’inserimento nel mondo del lavoro”.

“Questa intesa – afferma Greco – ci consentirà di trasmettere determinati principi e determinati valori ai nostri giovani. In questo modo diamo loro un’occasione in più, anche per fare crescere la nostra terra. Insieme all’Università possiamo dare ai giovani  più speranza nel futuro”.

Al momento, un’iniziativa simile è stata messa in piedi soltanto nella città di Torino. Quando sarà il turno di Catania?

 

A proposito dell'autore

Simona Lorenzano

Cresciuta ad Agrigento, terra in cui ha respirato la grecità a pieni polmoni, consegue la maturità presso il Liceo Classico Empedocle. La passione per la salute e il benessere la spingono a laurearsi in Infermieristica a Catania. Scrive su Live UniCT sin dal primo anno di università e continua a coltivare il suo amore per la scrittura, la musica e le discipline umanistiche. Per citare Plinio il Vecchio: “Non lasciar passare neanche un giorno senza scrivere una riga”.

Rimani aggiornato