Università

UNIVERSITÀ – Studenti UE non pagano tasse universitarie in Danimarca

Nonostante il prestigio culturale di cui godono numerose università italiane, sono molti gli studenti del nostro Paese che cercano opportunità di studio (e anche di lavoro) all’estero.

Sebbene l’Inghilterra risulti la meta estera più ambita, la recente Brexit rischia di porre fine ai sogni di molti ambiziosi studenti, a partire dagli scambi Erasmus; tuttavia, altri stati europei sfruttano l’occasione e offrono possibilità di studio anche economicamente favorevoli.

Negli ultimi anni anche la Danimarca mostra segnali di crescita relativamente all’offerta universitaria. Come in Scozia, anche qui gli studenti residenti nei paesi comunitari dell’UE possono frequentare gratuitamente i corsi offerti dalle università, tanto per i corsi triennali, quanto per i corsi magistrali. Una possibilità interessante, tenendo conto che oltre 600 programmi sono interamente svolti in lingua inglese. Per contro, la qualità della vita ha un costo elevato e la media delle spese di mantenimento oscilla dai 700 ai 1200 euro di Copenhagen, la capitale danese, in cui studiano la maggior parte degli studenti stranieri. Anche questa difficoltà può essere aggirata, godendo di alcuni sussidi offerti dalle politiche sociali danesi, a condizione che lo studente soddisfi determinate condizioni.

Nello specifico, l’istruzione superiore danese si avvale di molti progetti o attività finanziati dallo Stato, che coinvolgono anche gli studenti delle scuole superiori; ad essi sono riservati anche progetti di scambi culturali nelle apposite Summer School. Quanto all’Università, i corsi sono di due tipologie, simili a quelli erogati in Inghilterra: Bachelor’s degrees, di primo livello, erogati in danese e Master’s degrees, di secondo livello e specialistici, erogati principalmente in inglese, cui vanno aggiunti i PhD, dottorati di ricerca. Per accedere a questi corsi bisogna disporre di un titolo di studio pari a quello necessario per l’accesso agli studenti danesi, che va opportunamente verificato con i parametri del Ministero dell’Istruzione superiore e della Scienza danese. Per i corsi in lingua inglese, sono ammesse, per gli studenti non madrelingua, le certificazioni TOEFL, IELTS, ESOL. Per i corsi triennali, gli studenti stranieri hanno inoltre la possibilità di seguire corsi di lingua danese di vario livello, di cui alcuni sono gratis e possono anche essere seguiti secondo le proprie comodità (a domicilio e anche in orari serali).

Rimanendo tra i paesi scandinavi, anche la Svezia e la Finlandia esentano gli studenti UE dal pagamento delle tasse universitarie. Nonostante i molti programmi in lingua inglese, l’ostacolo da superare per studiare in questi paesi è il reddito economico, i cui standard richiesti sono stati ristretti a seguito delle relative leggi volte a contrastare i flussi migratori.

 

Luciano Simbolo

Aspirante giornalista, praticante studente, occasionalmente musicista. Collaboratore dal 2016, studia Lettere moderne presso il DISUM di Catania. I tre imperativi fondamentali? Scrivi, viaggia, suona ma senza dimenticare la pizza e lo sport.

Altro... #università, danimarca, estero, futuro, opportunità, studenti, studiare gratis
UNIVERSITÀ – Ansia da esame: rovina te e contagia chi ti sta intorno

Se siamo infelici e poi per qualche motivo diventiamo felici – magari per un nuovo amore – secondo uno studio...

UNICT – Il nuovo rettore dell’Università di Catania è il prof. Francesco Basile

Una corsa a rettore inizialmente con tre candidati, poi ridotta a due: Francesco Basile ed Enrico Foti. Una lunga campagna...

Chiudi