Moda

Addio a Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia e signora della moda italiana

Oggi il mondo della moda piange la scomparsa di Franca Sozzani.

Direttrice di Vogue Italia dal 1988, Franca Sozzani è stata una rivoluzionaria nel suo campo. Forte, determinata e impertinente, ha rotto tutti gli schemi del perfetto, lussuoso e luccicante fashion system.

Non solo moda, glamour e frivolezza, per ben 28 anni tra le pagine patinate di Vogue Italia ha trattato tematiche importanti e forti mostrando, nero su bianco, la cruda realtà di un mondo in continuo cambiamento. Tra queste ricordiamo il numero interamente dedicato alla lotta al razzismo in cui ha raccolto servizi fotografici con solo modelle di colore; il mensile contro la chirurgia estetica e poi quello contro la violenza sulle donne (che ha fatto scandalo per la scelta di foto poco convenzionali); e poi ancora l’elogio alle curvy e all’indipendenza femminile, la critica verso il fenomeno delle fashion blogger e l’apertura verso il mondo orientale (Vogue Italia è stato il primo a scegliere una modella asiatica come cover girl). L’ultima sua fatica, invece, è stata dedicata al mondo dei pets. Nel numero di Dicembre la direttrice di Vogue ha voluto aggiungere anche una frase di impatto “a dog is not just for Christmas” volta a sensibilizzare l’opinione pubblica contro l’abbandono degli animali.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Franca Sozzani ci ha lasciato all’età di 66 anni, portata via da un terribile male che per anni ha curato in segreto. Sempre riservata riguardo la sua vita privata – anticipata dalla nomina di “leggendaria, quanto inarrivabile, direttrice di Vogue”-  ha mostrato il suo lato più sensibile solo dopo l’uscita del film Chaos and Creation, realizzato dal figlio Francesco Carrozzini e presentato alla 73 ° mostra del Festival di Venezia, dove è stata ritratta non solo come una tra le donne più influenti al mondo, ma soprattutto come donna e come mamma.

Da sempre a caccia di nuovi talenti, ha scoperto personaggi dal calibro di Gianni Versace, Giorgio Armani, Bruce Weber, Peter Lindbergh e Steven Meisel.  Di recente, grazie al concorso Who’s Next, nuovi stilisti emergenti hanno potuto realizzare il sogno di lanciare una propria casa di moda.

Ricorderemo Franca Sozzani come una donna che ha cambiato il modo di vedere la moda e che ha portato l’Italia nel mondo. Una guerriera che ha combattuto in segreto contro la malattia mantenendo fino alla fine uno stile di vita normale. Una madre amorevole che non ha mai dato in pasto la sua vita privata ai media. Una donna determinata che con le sue forze è arrivata sulla vetta di uno dei mondi più irraggiungibili e contesi.

“Il successo ce lo si guadagna, oserei dire ce lo si inventa. Niente arriva per caso anche se la fortuna di cadere al posto giusto, nel momento giusto, con la persona giusta agevola parecchio. Ma la sorte, si sa, è alterna. Non è proprio la base su cui costruire il proprio successo. Il talento, il tuo, è la vera forza”, diceva.

Arrivederci Franca, grazie di tutto.

A proposito dell'autore

Viviana Guglielmino

Classe 1994, studentessa di lettere moderne presso l'Università degli studi di Catania. Scrivo per passione e leggo per diletto. Amo la storia, la moda (in tutte le sue sfumature) e la mia collezione di Vogue