Altra faccia informazione Altro Attualità Società Terza Pagina

Le ritirano la patente e lei va all’università con il fuoristrada di Barbie

Il singolare episodio, accaduto negli Stati Uniti, ha come protagonista una ragazza di vent’anni ed ha già fatto, manco a dirlo, il giro del mondo.

tania_EM

Si chiama Tania Monroe, ha vent’anni e frequenta la Texas State University. Fino a qui nulla di strano: quello appena realizzato è il ritratto di una comunissima studentessa universitaria. Ma allora perché questa ragazza è conosciuta ormai in tutto il Texas ed è un idolo per coloro che frequentano la sua stessa università? Semplice, la Monroe ha realizzato quello che per molti è qualcosa di irrealizzabile col progredire dell’età: andare in giro tramite una macchina-giocattolo. Avete capito bene, Tania si reca in facoltà (e non solo) a bordo di una jeep di Barbie.

La ventenne, incappata la scorsa settimana in un episodio spiacevole quale il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza (ad onor del vero non abbiamo la certezza sul tasso alcolemico della ragazza in quanto non si è sottoposta al relativo test), ha fatto di necessità virtù e comprato, alla rispettabilissima cifra di 60 dollari, Charlene la sua nuova quattro ruote fucsia con inserti viola. Veicolo che non ha nulla da invidiare alle ultime uscite delle grandi e rinomate case automobilistiche: consumi ridotti (serve solo caricare una batteria da 12 V) e tachimetro che arriva a sfiorare gli 8,6 Km/h. Un po’ come la celeberrima Gaucho della Peg-Perego, ve la ricordate no?

Quella di Tania Monroe dunque non sembra certo una soluzione temporanea, né di comodo dato che Charlene è stata acquistata con convinzione: magari la ragazza di San Marcos crede in una possibile e grandiosa rivoluzione verde (in tutti i sensi) nel mondo dei motori. E magari ha anche ragione…
Noi non ci pronunciamo, ai posteri l’ardua sentenza!

A proposito dell'autore

Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone nasce nell'estate di Italia '90. Cresce a Mineo dove due grandi passioni cominciano a stregarlo: la Musica e lo Sport (in particolare il calcio). In pianta stabile a Catania, il suo nome è sinonimo di concerto: se andate a un live, con ogni probabilità, lo trovate lì da qualche parte. Giornalista e laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, coordina la redazione di LiveUnict.