Arte Attualità Cinema e Teatro Film Telefilm Serie televisive Musica Società

Dancing With Maria: il flashmob per lanciare il film sull’iniziatrice della danzaterapia

maria fux dancing

Il 25 febbraio numerose città italiane saranno legate dal flashmob di lancio del film Dancing with Maria.

Sono tre le città siciliane che ospiteranno il flashmob: Messina (ore 10..00 presso l’Istituto delle Piccole Sorelle dei Poveri e alla stessa ora in Piazza Duomo, vicino la Fontana di Orione), Catania (ore 18.30 da I Portali a Le Zagare) e Ragusa (ore 23.00 presso il Prima classe lounge bar). Insieme alle tre città siciliane anche Trieste, Milano, Torino, Firenze, Napoli.

Le piazze d’Italia faranno da scenografia ai danzatori e alle danzatrici che si esibiranno in colorate e gioiose coreografie partecipative, che si ispirano ai metodi di Maria Fux.

Il film uscirà in Italia il 26 febbraio, per la regia di Ivan Gergolet, e racconta la storia della ballerina Maria Fux.

Dancing With Maria è prodotto da Transmedia e realizzato con il sostegno del Fondo Regionale Audiovisivo FVG ed è una coproduzione con l’Argentina e la Slovenia ed è distribuito da EXIT media. Il film ha conseguito un successo immediato aggiudicandosi il Premio Civitas Vitae.

L’ impegno e la sua grande esperienza artistica e pedagogica hanno fatto di Maria Fux la “madre” della danzaterapia, oggi affermata in vari paesi dell’Europa e dell’America. In questi è praticato il suo metodo per il recupero psicofisico attraverso il movimento creativo in diverse condizioni di disabilità.

Gregolet, regista del film, commenta: «Maria Fux non ha perso la verve e la grazia che l’hanno resa una delle più grandi stelle della danza al mondo, infatti nella sua casa studio di Buenos Aires, nonostante i suoi 93 anni, svolge ancora la sua missione: trasformare i limiti di ognuno in risorse con la danza e la simbiosi con la musica».

La missione di Maria è quella di trasformare i limiti di ogni uomo attraverso la musica e la danza e Gergolet tutto questo lo ha vissuto frequentando lo studio della ballerina. Per tutta la vita ha sperimentato e trasmesso agli altri il suo metodo di simbiosi con la musica e adesso la sua ultima allieva è se stessa.

Il regista ancora afferma «Nel mio film racconto Maria Fux e i cambiamenti che la sua danza porta nella vita delle persone: non grandi rivoluzioni che modificano la società, ma intime prese di consapevolezza che cambiano gli individui. Maria Fux e il suo mondo non solo sono impregnati di arte e poesia, ma anche dei valori che questa donna sparge e insegna. L’inclusione, l’accettazione, il punto di vista sul corpo dell’altro non solo si manifestano come valori di civiltà, ma anche come fondamenti di una bellezza misteriosa che ogni essere umano porta in sé.»

maria fux