Cosmetica

Trucchi da svelare: l’hennè, una polvere magica

hennè

Ciao ragazze! Ritorno con un nuovo articolo e questa volta su un ingrediente, un prodotto fenomenale, una cura di bellezza per i capelli. Sto parlando dell’hennè!

Molte ragazze mi hanno chiesto consigli, perché non si sa come si usa, cosa sia, che funzione abbia… insomma, che è sto hennè? L’hennè è in primis una pianta, la Lawsonia inermis, che viene utilizzata da millenni nei paesi arabi ed orientali per tingere e rinforzare i capelli o per fare tatuaggi. Penso che forse la pratica dei tatuaggi sia più popolare,eh? Questa viene praticata soprattutto in India dove le giovani spose vengono letteralmente disegnate per essere più belle agli occhi dello sposo.

Ma a noi qui interessa il primo utilizzo della Lawsonia. Dalle foglie della pianta si ricava una polvere che una volta applicata sulla testa può cambiare e migliorare la salute dei nostri capelli. Il vero hennè è rosso e ha diverse tonalità, per esempio quello egiziano o quello tiziano, ecc. Ma esistono anche altri 3 tipi di hennè: quello neutro, quello nero e quello biondo. Di tutti solo quello neutro non ha capacità coloranti ma racchiude in sé solo le proprietà ristrutturanti e rinforzanti per le fibre capillari; mentre gli altri tipi colorano in base alla colorazione scelta.

Dicevo, l’hennè vero è quello rosso ma si possono ottenere diverse colorazioni in base alla miscela che si fa con polveri e con infusi. Infusi? Sì, per applicare e far agire per bene l’hennè sui capelli c’è bisogno di diluirlo in acqua calda, ma non bollente in modo che si formi una “pappetta” da stendere sulla chioma e lasciare agire. Iniziamo con l’elencare le sue proprietà: rinforzante, ristrutturante, volumizzante, lucidante, anti-forfora, sebo equilibrante, mineralizzante, irrobustente, anti-caduta. Tutte qualità che vorremmo fossero dei nostri capelli, no? Io l’ho provato e vi devo confessare che ancora non ho trovato un prodotto che mi dia lo stesso risultato rinforzante. Il modo di applicazione è semplice: potete utilizzare le mani (munitevi di guanti) o un pennello da parrucchiere. L’importante è far agire la polvere sulla cute. Moltissime ragazze lo usano semplicemente miscelato con l’acqua, ma al suo posto può essere aggiunto qualche infuso che accentui i riflessi dell’hennè che si sta utilizzando: dunque, camomilla per riflessi biondi, karkadè o mirtillo per riflessi rossi, tè nero per un riflesso più sul cioccolato. Oltre l’acqua potreste aggiungere yogurt, idratante e nutriente, oli essenziali , per le loro proprietà e per l’odore, o miele, dalle proprietà lenitive e lucidanti. Fondamentale: l’hennè non deve mai venire in contatto con oggetti metallici, quindi quando lo mescolerete con l’infuso o le altre polveri non usate cucchiai di metallo o contenitori di metallo, ma tutto di plastica, legno o silicone.

L’impacco dovrà stare su per minimo 30 minuti in modo che gli effetti benefici possano entrare nella fibra capillare. Per coloro che vogliono sostituirlo alla colorazione chimica, consiglio prima di fare una prova su una ciocca perché l’hennè non decolora, per cui andrà ad addizionarsi al vostro colore naturale (cioè, un hennè rosso non sarà mai lo stesso su una ragazza castana e una bionda, darà vita a due colorazioni differenti). Ci sono leggende metropolitane di ragazze che dicono di aver avuto i capelli verdi dopo aver usato l’hennè, ma non è assolutamente vero. Io lo consiglio a tutte perché potrebbe essere un ottimo rimedio contro le doppie-triple-quadruple punte! I balsami e le maschere non sono così potenti.
L’odore non è dei migliori, soprattutto per quelle che non amano molto gli odori “naturali”. ma addizionando altre sostanze si può camuffare. Appena finite la posa, fate lo shampoo: avrete la sensazione di capelli secchi e grinzosi ma non vi preoccupate, è proprio l’effetto dell’hennè! Mettete un buon balsamo con o senza risciacquo e procedete con la phonatura. Una cosa gradita a chi vuol diventare liscia: l’hennè, irrobustendo il capello, lo rende più pesante quindi i capelli saranno più disciplinati e più lisci.

Spero di avervi convinto, se desiderate ricevere anche qualche ricetta veloce commentate! A presto!

A proposito dell'autore

Roberta Gerratana

Nasce a Modica e studia per tutta l'adolescenza lingue straniere. Arrivata all'università cambia rotta e decide di frequentare un corso in Scienze Educative dell'Infanzia e di Scienze Pedagogiche e Progettazione Educativa in cui si laureerà. Grande appassionata di letture classiche e straniere, che spaziano dai temi romantici tedeschi ai contemporanei manga giapponesi, lascia anche spazio a film fantasy, make up e viaggi. Collabora con Liveunict in veste di proofreader e pubblica ricette veloci per le rubriche Studenti&Fornelli e Trucchi da Svelare.