Altra faccia informazione Attualità Terza Pagina

Catania, rapina al Supermercato: il video

Nel pomeriggio di ieri, personale della Squadra Mobile ha arrestato S.G. (cl.1995) e T.W.P. (cl.1996), entrambi incensurati, in quanto responsabili, in concorso tra di loro, del reato di rapina a mano armata in danno di un supermercato cittadino.

A seguito di mirata attività tesa al contrasto dei reati contro il patrimonio ed in particolare delle rapine in danno di esercizi commerciali cittadini, il predetto personale di polizia, traeva in arresto i due giovani malviventi, autori di una rapina perpetrata pochi minuti prima presso un supermercato della zona di “Nesima Superiore”.

In particolare, alle ore 17,40 circa la Sala Operativa della Questura diramava nota radio di rapina consumata pochissimi minuti prima ad opera di un giovane con borsa a tracolla e maglietta di colore chiaro, armato con un grosso coltello da macellaio, fuggito a bordo di una Mercedes classe A di colore scuro, dove lo attendeva un complice.

Le pattuglie si recavano immediatamente nella zona indicata chiudendo le possibili vie di fuga ai malviventi. Pochissimi minuti dopo, infatti, una pattuglia in moto intercettava la suddetta auto in questa via XXXI Maggio, con a bordo due individui che alla vista degli agenti tentavano la fuga, accelerando l’andatura del mezzo.

Dopo un breve inseguimento per le vie cittadine, gli agenti con mossa repentina riuscivano a bloccare l’autovettura in fuga in Corso Indipendenza. I due, S.G. e T.W.P., davano segni di nervosismo e, pertanto, venivano perquisiti, estendendo la perquisizione all’autovettura. Nel bagagliaio del mezzo veniva rinvenuta una borsa a tracolla con all’interno un grosso coltello da macellaio ed una maglietta di colore chiaro. Nella tasca destra dei pantaloni indossati da S.G. veniva rinvenuta la somma di 110,00 euro, esatto provento della rapina di pochi minuti prima commessa in danno del citato supermercato, che veniva restituita in sede di denuncia.

A quel punto i due venivano condotti presso gli uffici della Squadra Mobile, e dopo aver avuto riscontro positivo circa la loro responsabilità nella rapina, avendo osservato le immagini registrate dall’impianto di video sorveglianza del supermercato, venivano entrambi tratti in arresto e condotti presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza.

I due giovani malviventi, sono ritenuti responsabili di almeno altre sette rapine in danno di altrettanti supermercati cittadini, commesse utilizzando il medesimo modus operandi, sulle quali sono in corso approfondimenti da parte di questa Squadra Mobile.