Attualità Università di Catania

Il cioccolato aiuta le funzioni cognitive: a confermarlo una ricerca

Mangiare-cioccolatoQuando lo studente è seduto, immobile, davanti ad una scrivania, con un libro aperto, l’unica cosa che gli possa fare davvero compagnia è il cibo. E non importa quante calorie si rischiano di prendere o quali regole della dieta vengano infrante, ogni volta che ci si alza da quella sedia una delle prime mete è il frigorifero.

Stress, pressioni, delusioni, preoccupazioni e gioie: il rimedio è sempre uno, il cioccolato. E se la cioccolata procurasse realmente dei benefici alla concentrazione dello studente?

Il New England Journal of Medicine ha effettuato una ricerca, analizzando il nesso tra il consumo di cioccolato e le funzioni cognitive. Queste sembrano essere più sviluppate in coloro che consumano grandi quantità di cioccolato e, a testimonianza di ciò, sono stati inseriti nell’analisi i vincitori del Premio Nobel.

Nobel-Cioccolato-660x572

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Secondo un grafico, è alla Svizzera, non a caso il primo produttore di cioccolato, che sono stati assegnati più Premi Nobel.

Non tutti gli studenti riceveranno in futuro un Premio Nobel, ma dovrebbero sacrificarsi per il bene dell’Italia e mangiare tanta cioccolata!

 

 

A proposito dell'autore

Alessia Costanzo

Laureata in Filologia moderna, attualmente è direttrice responsabile della testata giornalistica LiveUnict e lavora come copywriter. Dopo aver scoperto il Content marketing, la sua passione per la comunicazione si è trasformata, legandosi ai Social media, alla SEO e al Copywriting.

UNIVERSITÀ DI CATANIA